La cerimonia per la laurea in memoriam di Antonella Russo

0
524

 

Cerimonia questa mattina all’Università di Fisciano per il conferimento della Laurea in Memoriam in Lingue e Letterature straniere ad Antonella Russo, studentessa di Solofra uccisa il 20 febbraio 2007 dal violento compagno della madre.

Il conferimento del titolo accademico vuole essere un ulteriore riconoscimento alla memoria di una donna, la cui storia di consapevole coraggio deve costituire testimonianza e occasione di riflessione sulla violenza di genere e sulla cultura della parità. Temi verso i quali l’Ateneo salernitano ha da sempre mostrato sensibilità e attenzione e sui quali sono incentrate le attività dell’Osservatorio per gli studi di Genere e le Pari opportunità che, con il Rettore Aurelio Tommasetti, la sua Delegata alle Pari Opportunità Maria Rosaria Pelizzari e il Dipartimento di Studi Umanistici, ha proposto l’iniziativa.

Alla cerimonia anche il Presidente del Consiglio regionale campano Rosetta D’Amelio che ha così commentato: Antonella Russo era una studentessa dell’Università di Salerno. Fu uccisa dall’uomo, un violento, che aveva denunciato per difendere la madre. Aveva il sogno di laurearsi. Oggi il rettore Aurelio Tommasetti ha consegnato la pergamena di laurea post mortem alla madre Lucia De Stefano. Una cerimonia emozionante nella quale anche io a nome del Consiglio regionale ho consegnato una targa alla memoria di Antonella alla famiglia, che abbraccio e ricordo sempre con grande stima.