D’Amelio, il rinvio del Consiglio chiesto da tutti, io contraria

0
397

 

«Non avrei nemmeno posto la questione del rinvio della seduta del Consiglio prevista per oggi». Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, spiega che il rinvio della seduta, convocata a oltranza per oggi e slittata al 9 dicembre prossimo, è stato "deciso dal Consiglio, che è sovrano, nella Conferenza dei capigruppo. Io – aggiunge – avevo avuto una discussione con il mio capogruppo», Mario Casillo.
«Non avrei posto nemmeno la questione perché avevo litigato con il mio capogruppo – dice – La scorsa domenica sera ho ricevuto una telefonata con la quale mi chiedeva di rinviare il Consiglio di oggi perché in Commissione Sanità non era stato raggiunto l’accordo sul disegno di legge che riguarda l’Arsan».
Un ddl a firma del presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, che prevede lo scioglimento dell’Arsan, l’Agenzia regionale della Sanità. Al ddl sono stati presentati oltre 600 emendamenti, la maggior parte ostruzionistici. La Commissione che dovrebbe licenziare il testo e renderlo pronto per l’aula,
continua, però a slittare. Prevista per oggi, è stata spostata a domattina, ma questo è solo l’ultimo dei rinvii. Una delle convocazioni era la scorsa domenica mattina, alle 11.30, poi spostata a ieri (e andata a vuoto)».
Domenica sera la telefonata tra la presidente del Consiglio e il capogruppo democrat. «Gli ho fatto presente che non avrei sconvocato il Consiglio perché il testo non era stato licenziato – conclude – Erano all’ordine del giorno anche le comunicazioni del presidente De Luca che doveva venire a riferire in aula».