Mondial Group, piano industriale insufficiente

0
145

 

«Nonostante alcuni passi avanti rispetto alle intenzioni iniziali, il nuovo piano industriale presentato da Mondial Group è insufficiente e gli esuberi dichiarati, che coinvolgono oltre la metà dei dipendenti del sito irpino di Montemiletto, sono inaccettabili».

Lo ha affermato il segretario generale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, al termine dell’incontro di oggi al ministero dello Sviluppo economico al quale ha partecipato insieme al segretario provinciale dell’Ugl Metalmeccanici di Avellino, Antonio Oliviero, e alle rsu di stabilimento.

«Con un investimento di appena 9,5 milioni di euro – spiega il sindacalista – l’azienda vuole infatti ridimensionare il sito attuale, passando da 76 a 35 lavoratori, che attualmente sono in cigs per ristrutturazione fino ad ottobre 2016».

«Pur prevedendo piattaforme produttive innovative e puntando su ricerca e sviluppo, questo piano deve essere migliorato sul fronte del mantenimento dei livelli occupazionali. Chiediamo un nuovo incontro – conclude -, entro Natale, con la partecipazione della Regione Campania, che anche oggi era di nuovo assente, e di Invitalia per capire se ci sono le condizioni per ottenere fondi regionali ad hoc per un accordo di programma».