Caldoro: io resto un socialista riformista

0
295

 

"Recentemente, anche in un programma TV, molti mi chiedono dei socialisti, del Psi, della loro storia e del futuro. Io rispondo per prima cosa che resto un socialista riformista. Ricordo che ad oggi sono ancora il Presidente del Nuovo Psi".
Così l’ex Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro che prosegue:
Ho scelto di stare con la coalizione guidata da Berlusconi perché questa e’ stata la scelta più coerente con la nostra storia ed i nostri valori. Come e’ noto la maggioranza della nostra comunità di elettori ha fatto questa opzione.
Non ho mai giudicato pregiudizialmente chi, legittimamente, ha fatto scelte diverse.
Per il futuro.
Quando ci saranno, in Italia, le condizioni per fare un grande movimento politico socialista e riformista io ci sarò comunque, anche da semplice iscritto e sostenitore.
Un partito, per intenderci, come lo e’ stato il Psi con la guida di Turati, Nenni e Craxi.
Lo dico spesso ai miei amici e compagni ed ho avuto modo di parlarne una volta con lo stesso presidente Berlusconi.
Con spirito di servizio – e nella mia vita ho sempre dimostrato di saper rinunciare, in alcune occasioni, a offerte per posizioni sicure e blindate nelle liste elettorali per essere coerente con queste scelte – e per accompagnare una nuova classe dirigente legata da identità comune.
Ma non dovrà essere la nostalgia ma la voglia di ‘costruire modernità’ il filo rosso di questo impegno.
Purtroppo questo percorso non è dietro l’angolo. La sinistra italiana oscilla tra radicalismi e tentazioni centriste senza trovare un approdo riformista stabile e credibile al di là degli sforzi, al Sud ben lontani dagli obiettivi, rottamatori del segretario del Pd.
Tra ex comunisti ex democristiani l’unica discriminate rimane il tasso di riformismo ma per quello non c’è bisogno di ex ma di socialisti riformisti.