Consultori familiari, l’irpinia ci riprova 40 anni dopo

0
221

 

"In occasione del quarantennale dell’istituzione dei consultori familiari e a 35 anni dal tragico terremoto del 1980, ho voluto ricordare assieme all’Asl Avellino due donne in prima linea nell’apertura del consultorio familiare di Lioni". Lo afferma Rosetta D’Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, promotrice del convegno "I Consultori familiari 40 anni dopo – a 35 dal terremoto" in programma domani, 3 dicembre alle ore 10.30, presso l’ex Carcere Borbonico di Avellino.
L’occasione sarà utile a riflettere sull’esperienza consultoriale e sul suo rilancio. Interverranno: il commissario dell’Asl Avellino Mario Ferrante; la dirigente degli interventi socio-sanitari della Regione Campania Marina Rinaldi; Tea Di Matteo, già dirigente settore Sanità della Regione Campania; Carla Ciccone, dirigente di ginecologia dell’azienda ospedaliera "Moscati" di Avellino; la consigliera regionale Loredana Raia, delegata alle Pari Opportunità e le tematiche di genere; il direttore del Materno Infantile dell’Asl Avellino Carmela Casullo; Teresa Nigriello, psicologa del Consultorio familiare di Lioni; Federico Troisi, direttore del distretto sanitario di Sant’Angelo dei Lombardi. Conclude Rosetta D’Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania.
Nel corso della mattinata saranno consegnate due targhe alla memoria delle dottoresse Mariella Ternullo e Maria Grazia Capasso, professioniste del Consultorio familiare. Contestualmente sarà inaugurata la mostra fotografica "La civiltà delle donne" di Lucia Patalano, già esposta nella sede del Consiglio regionale e visitabile dal 3 al 9 dicembre presso la sala "Reception" dell’ex Carcere Borbonico di Avellino (ingresso da via A. De Marsico).