Ex Irisbus: schiarita al Governo per la ripartenza, ma restano i dubbi

0
158

 

“Esprimiamo forti dubbi sullo slittamento dell’attuazione del piano industriale e sulle modifiche dei contenuti che sono state annunciati oggi dall’ad di Industria Italiana Autobus-IIA, Stefano Del Rosso, per il sito della ex-Irisbus di Flumeri”.
Lo ha dichiarato il segretario generale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, al termine dell’incontro che si è tenuto al ministero dello Sviluppo economico fra azienda e sindacati, al quale ha partecipato insieme al segretario provinciale dell’Ugl Metalmeccanici di Avellino, Antonio Oliviero, ed alle rsu di stabilimento.
“Del Rosso – spiega – ha infatti annunciato che i primi 146 lavoratori rientreranno in fabbrica non più entro dicembre 2015, come previsto inizialmente, ma entro settembre 2016. Inoltre, il piano industriale è stato rimodulato nei contenuti e Invitalia, presente al tavolo, ha chiesto a IIA di procedere ad un aumento del capitale sociale dai 4,5 milioni di euro previsti a 6 milioni e 250 mila euro, ossia il 25 per cento del totale degli investimenti che dovrebbero essere effettuati per il sito irpino”.
“La riunione è stata aggiornata al prossimo 12 gennaio quando – aggiunge Spera – Invitalia darà il proprio giudizio sulla fattibilità del nuovo piano industriale e si farà il punto della situazione sulla richiesta del secondo anno di cigs e sulla ricapitalizzazione, anche alla luce di alcuni cambiamenti nella composizione della cordata IIA. Ci aspettiamo di conoscere i dettagli del nuovo progetto industriale – conclude – che oggi non sono stati chiariti: il tempo scorre e i lavoratori di Flumeri hanno già atteso abbastanza”.