Monteforte, persi 800mila euro di fondi

0
189

 

MONTEFORTE IRPINO- Circa 800mila euro di finanziamenti, prima intercettati, poi persi.
A malincuore, il sindaco di Monteforte Irpino, Antonio De Stefano, ha annunciato in Consiglio comunale lo stato dell’arte delle opere pubbliche, alcune cantierate, altre nemmeno iniziate, ma anche qualcun’altra in via di realizzazione.
Tre opere fondamentali, tuttavia, non potranno più beneficiare di finanziamenti regionali ed europei in vista dell’imminente scadenza: in sostanza se entro il 31 dicembre 2015 quelle strutture non sarebbero state completate, i fondi sarebbero stati ritirati. Si tratta del centro polifunzionale di via Convento, del restauro della fontana borbonica di Carlo III e della palestra del centro sportivo di via Nazionale.
Opere importanti per la comunità ma, come ha detto il sindaco rivolgendosi all’intero Consiglio Comunale, sono subentrate ragioni purtroppo non legate meramente a responsabilità o scarso impegno degli amministratori.
Vista la delicatezza dell’argomento, è stato lui stesso a voler relazionare, al posto dell’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Del Mastro.
De Stefano, a fronte delle opere che per il momento non vedranno la luce, ha comunque ricordato come non siano andati perduti fondi per realizzare di altre importanti opere. E’ il caso del Centro sociale in località Borgo, il casotto di San Martino e Piazza Amedeo, completata fino ad ora per il 75%.
Tornando agli 800mila euro persi, il sindaco non ha mancato di puntare l’accento sulle negligenze della Regione ricordando, al contempo, come anche e soprattutto il Governo centrale ormai non stia più dalla parte degli enti locali. “Una situazione delicata e che blocca l’attivitrà amministrativa che colpisce tutti i comuni”, ha aggiunto il sindaco.
Sullo sfondo la polemica con le minoranze che non hanno certo accolto con fuochi d’artificio la notizia.