Il libro sulla storia di Guardia con Barra e l’on. Gerardo Bianco

0
165

 

GUARDIA LOMBARDI – Grande successo per la presentazione del libro della professoressa Agostina Spagnuolo dal titolo: “Guardia Lombardi tra Settecento e Ottocento, dal catasto onciario al catasto napoleonico”. Nel gremito auditorium comunale “Nicola Di Biasi” in via Roma tanti cittadini, ospiti e autorita’ hanno partecipato alla presentazione del volume che si configura come un tassello importante per la storia della comunita’. Dopo i saluti istituzionali del sindaco Caterina Boniello a relazionare sono stati il dottore Fiorentino Alaia funzionario dell’Archivio di Stato di Avellino, il prof. Francesco Barra docente di Storia Moderna presso l’Università degli Studi di Salerno, e l’on. Gerardo Bianco presidente ANIMI. Moderatore dell’incontro e’ stato il giornalista, dottore Salvatore Pignataro. Il libro presentato, delinea il quadro socioeconomico del paese alla luce dei dati rilevati dal catasto onciario del 1742 e dal catasto napoleonico del 1807. Sono elencati i nuclei familiari del tempo, le attività lavorative di ognuno, il luogo di abitazione, etc. Sono riportati nel libro anche alcuni "Capitoli matrimoniali" di fine Settecento, atti notarili stipulati per assegnare la dote alle "vergini in capillis" in procinto di matrimonio. Sono stati trascritti, dall’originale, alcuni interessanti documenti. L’incontro di stamattina e’ stato utile per analizzare le dinamiche storiche, sociali ed economiche guardiesi.