Contro-cultura, Iannone presenta “L’ubbidiente democratico”

0
3428

“L’intento di questo libro è quello di misurare quanto sia marcato nelle singole vite e nei percorsi collettivi il nostro grado di assuefazione al conformismo. Viviamo un mondo in cui siamo allo stesso tempo attori e registi di una enorme sinfonia pervasa dal politicamente corretto tanto che per rintracciarne gli echi non dobbiamo fare molta fatica – si legge nella sinossi –  Basta soffermarsi sugli accadimenti più banali, sui fatti di cronaca o di costume, sul linguaggio della politica o dei media. È sufficiente indugiare con animo libero su ognuno di essi per rendersi conto quanto sia difficile farne a meno”. “Luigi Iannone, scrittore non allineato dalle frequentazioni raffinate, con questo libro ci accompagna nei sentieri poco battuti, lontani dal politicamente corretto. L’autore si propone di ricostruire un mosaico ‘differente’ tra presente, passato e futuro, per ribaltare schemi, épater le bourgeois, non facendo concessioni alla morale comune, ordinaria, canonica, maggioritaria nell’establishment e nell’immaginario collettivo progressista”, scrive nella prefazione del testo Michele De Feudis.

“L’ubbidiente democratico” (Idrovolante edizioni) di Luigi Iannone (giornalista de “Il Giornale”), sarà presentato venerdì 7 luglio alle ore 18:00 presso la libreria “L’angolo delle storie”. Ad introdurre l’autore sarà lo scrittore e studioso Vincenzo Fiore (autore di “Platone totalitario”, Historica edizioni).