IIA, passi in avanti: 160 lavoratori entro dicembre

0
219

Passi avanti, ma l’asticella dell’attenzione resta sempre alta. Potremmo riassumere così l’incontro di ieri al Ministero dello Sviluppo Economico (Mise) sulla vertenza Industria Italiana Autobus (IIA), già Irisbus. Presenti la viceministra Teresa Bellanova, gli assessori alle Attività Produttivedi Campania ed Emilia-Romagna Amedeo Lepore e PalmaCosti e la direzione di IIAcon l’ad Stefano Del Rosso.Al centro, il punto su reindustrializzazione e rioccupazione degli stabilimenti di Bologna e di Flumeri. Come spiega Sergio Scarpa, segretario Fiom Avellino, il 26 giugno Invitalia ha erogato la trance di finanziamento per gli investimenti sullo stabilimentodell’Ufita, con l’Insp, inoltre, che ha saldato quanto anticipato dall’azienda per l’integrazione salariale dei lavoratori. Sul fronte ancora più caldo,quello dei posti di lavoro, l’azienda ha annunciato la possibilità di ripristino del processo dicataforesi (untipo diverniciatura) cheha bisogno di ulteriori investimenti: laprevisione produttiva fa prevedere alla IIA, sottolinea ancora ilsindacalista, la rioccupazione di 130 lavoratori entro agosto e di 160 entro dicembre. Ma la vera novità dell’in contro è la decisione di produrre negli stabilimenti italiani (quindi anche a Flumeri) le commesse che si otterranno sul territorio nazionale, «un obiettivo strategico raggiunto insieme ai lavoratori».