Fondi per il turismo, ecco gli eventi finanziati

0
2256

Dal Fiano Music Festival al ritorno di Giullarte, come anticipato nei giorni scorsi dal Quotidiano del Sud, dallo SponzFest a Sentieri Mediterranei. I Fondi Poc per il turismo premiano ancora una volta le rassegne consolidate della terra irpina con qualche new entry e qualche gradito ritorno. Conferma per lo SponzFest con 140.000 euro assegnati al Comune di Calitri, per Sentieri Mediterranei con 150.000 euro per il Comune di Summonte. Le due novità sono rappresentate dal progetto Marmeeting di Furore, evento internazionale dei tuffi dal fiordo con 150.000 euro per i Comuni di San Nicola Baronia, Carife, Melito e San Sossio e da San Martino Valle Caudina con “Illumina la notte: luce con l’arte di via Varco” a cui vanno 120.000 euro. Bene anche il Lapio Fiano Love Fest che si è aggiudicata un finanziamento pari a 150.000 euro, e sempre 150.000 euro sono stati assegnati anche alla Festa del fagiolo quarantino e della patata di Volturara. Bene anche Cervinara con Cervinarte a cui vanno 40.000 euro, Montella con la sagra della castagna (40.000 euro), Bagnoli con “Il nero di Bagnoli” (39.000 euro), “La ballata dell’amore” di Lioni (55.000 euro), Aiello del Sabato con il Fiano Music Festival (40.000 euro). La Regione rende omaggio anche a De Sanctis con il finanziamento di 40.000 euro concesso a Morra de Sanctis per “Reporting in Irpinia – Il Reportage narrativo da Francesco De Sanctis ad oggi”. Vince la tradizione anche a Montecalvo con la Fiera di Santa Caterina (40.000 euro), Ospedaletto con la Juta, a cui vanno 35.000 euro. Ritorno anche per il Carnevale di Paternopoli che si era fermato quest’anno a cui vanno 40.000 euro, bilancio positivo anche per il Tufo Greco Festival a cui vanno 40.000 euro, per il corteo storico di Andretta con 40.000 euro, “Terra Grano e sapori” di Mirabella (40.000 euro). Esulta il Comune di Atripalda per i 40.000 euro assegnati a Giullarte, che consentiranno alla rassegna di tornare al centro storico, dopo 5 anni di assenza, dal 22 al 24 settembre. 40.000 euro assegnati anche a Nusco per la “Notte dei falò” e a Montemiletto per “Fabula Ignis”, Torre Le Nocelle si aggiudica 50.000 euro per “Lo cuneo de li cunei: cibo per gli occhi”, 45.00 euro ad Aquilonia per “Le notti del grano”. Restano, invece, fuori “Irpinia madre contemporanea”, Montoro Felix, Manocalzati con il Festival incontri d’estate, Casalbore con i cammini della via Francigena, Grottolella con il pasto della salamandra, Montefusco con Il Tommariello d’oro, Rocca San Felice con Medievo irpinia, Grottaminarda con il concerto di Natale, Taurasi con Vendemmia, Marzano con “Il nocciolo e le strade dei forni”, Monteforte Irpino con il Palio di San Martino, Chiusano con “Gli scenari del gusto”, Lacedonia con “Regina Viarum”, Ariano con il suo festival, Salza con “Alla corte di Re Michele, Montefredane con “Borgo Divino.“