Sperone, ponti: Alaia chiama autostrade

0
1166

«Autostrade è l’unica in questa fase che può chiedere il dissequestro del cavalcavia». E’ un messaggio chiaro che il sindaco di Sperone Marco Alaia lancia nell’intricata vicenda dei ponti sequestrati, chesta dandonon poche preoccupazioni all’amministrazione comunale, visto chela chiusura totale al traffico veicolare sul cavalcavia 22hamesso quasiinginocchiol’Euronut, la fabbrica di lavorazione delle nocciole che si trova oltre il cavalcaviae chedecinedicontadini nonpossono accedere con i mezzi ai loro fondi. A loro si aggiunge anche una famiglia che abita a pochi metri dal ponte e che praticamente deve raggiungere a piedi la propria abitazione.Disagichefanno peròilpaiocon un’altro aspetto decisivo. La sicurezza della struttura. Per i consulenyi della Procura su quel ponte c’è il rischio di un crollo. E finora nulla ha smentito questa determinazione dei tecnici. Le prove di carico depositate giovedì scorso potranno essere decisive, ma sempre se ci sarà poi un’istanza da parte della società Autostrade. Nel frattempo ieriil caso è finito anche sul Tg regionale della Rai. Sul ponte si sono trovati tutti. Cittadini proprietari dei fondi, che a stento riescono ad avviarela stagione corialicola, il tiotolare della Euronut, preoccupato dio dover mettere i suoi dipendenti in cassa integrazione, il proprietario della casa, che ha ricordato come «nel caso mi senta male, neanche l’ambulanza può raggiungerci».