Roghi vicino alle abitazioni, Irpinia messa in ginocchio dalle fiamme

0
288

AVELLINO – Il fuoco dei roghi in località Capriozzi ha lambito quattro abitazioni e ha determinato lo sgombero dei residenti della zona, quello avviato dopo la segnalazione del Genio Civile insieme ai militari delle stazioni dei Carabinieri di Roccabascerana e Rotondi.

Paura per gli abitanti della zona, visto che le fiamme sono arrivate a pochi metri dalle loro abitazioni, invase dalla colonna di fumo che per ore ha interessato uno degli incendi che hanno destato maggiore preoccupazione sul territorio provinciale.

Nel pomeriggio i roghi sono scoppiati nuovamente nel Baianese, a Mugnano del Cardinale in località Difesa, a Pietrtastornina in località Furno e a Capriglia e San Martino. E le previsioni meteo non fanno certo sperare nel meglio. La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato almeno fino a giovedì pomeriggio l’allerta per ondate di calore. Permangono, infatti, le condizioni meteo tali da determinare situazioni di rischio per il possibile disagio psico-fisico, in particolare per le fasce fragili della popolazione. Si prevedono, infatti, temperature massime che saranno superiori ai valori medi stagionali anche di 6°C, soprattutto sulle zone interne, e associate ad un tasso di umidità che, nelle ore serali e notturne, supererà anche il 70%, soprattutto sulle zone costiere, e in condizioni di scarsa ventilazione. Si raccomanda alle autorità competenti, chiude la nota della Protezione civile, di mantenere attive le misure atte a garantire attenzione e assistenza alla popolazione