Terremoto ad Ischia, continua senza sosta il lavoro dei caschi rossi di Avellino

0
968

Dalle prime ore successive all’evento sismico delle ore 20,57 del 21 agosto che ha
interessato l’isola di Ischia, il Comando di Avellino ha inviato sul posto personale
e mezzi per collaborare con le altre unità operative del Corpo Nazionale, all’attività
di soccorso connessa all’emergenza sismica.

Il primo contingente, rappresentato dalla sezione operativa costituita da nove
unità (un caporeparto, due capisquadra, tre autisti e tre vigili permanenti)
con APS, COMBI e Fuoristrada e dall’Unità di Comando Locale (UCL) con
caposquadra e vigile permanente, è stato inviato subito dopo la mezzanotte ed è
giunto sul posto intorno alle ore 3.00. L’UCL è stata posizionata nel comune di
Casamicciola in Piazza Bagni e la sezione operativa è intervenuta sempre a
Casamicciola nella zona di Piazza Maio per il salvataggio dei bambini rimasti
intrappolati sotto le macerie fino alle ore 14.00 dopo che tutti i bambini
erano stati tratti in salvo.

Nelle ore successive alla partenza della Sezione Operativa, il Comando di Avellino su richiesta del Centro Operativo Nazionale, ha inviato due funzionari, uno con
l’incarico di effettuare un rilievo speditivo del danno e l’altro di funzionario addetto all’UCL. Successivamente il secondo funzionario ha avuto il compito di coordinare le squadre dei puntellatori giunte il giorno dopo dai comandi di Avellino, Benevento e Caserta. La squadra dei puntellatori del Comando di Avellino ha effettuato interventi di messa in sicurezza di alcuni edifici danneggiati nel centro antico di Casamicciola in prossimità di Piazza Maio, attraverso la realizzazione di puntellamenti di sostegno e di ritegno.

L’attività del Comando di Avellino, nell’isola di Ischia prosegue con la presenza di un funzionario, dell’UCL, della Sezione Operativa e della Squadra dei puntellatori.