Rimborsopoli, i pm: cinque a giudizio

0
1362

Cinque richieste di rinvio a giudizio e lo stralcio con relativa archiviazione per l’ex presidente del Cda Franco D’Ercole.La Procura di Avellinovuole il processo per ex dirigenti e vertici dell’Alto Calore di Avellino coinvolti nell’inchiesta sui rimborsi avvenuti tra il 2011 ed il 2013 da parte dei militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanzadi Avellino. Il 15 novembre dovranno finire davanti al Gup delTribunale diAvellino l’ allora sindaco di Montemiletto e consigliere di amministrazione con la carica di vicepresidente dell’ Alto Calore, Eugenio Abate, due bonifici nello stesso mese per una somma di 3960 euro, Gennaro Santamaria, consigliere di amministrazione dell’ Alto Calore, un altro consigliere di amministrazione dell’Alto Calore, Ilario Spiniello. Insieme a loro l’ex dirigente Eduardo Di Gennaro e un contabile dell’Alto Calore. Come avevamo già scrittoall’atto della notifica dell’avviso di chiusura delle indagini preliminari, il pm Luigi Iglio ha contestato una serie di reati collegati ai tre anni di indagine svolti da parte dei militari della Gdf di Avellino. A partire da Eugenio Abate, ex sindaco Udc di Montemiletto e all’ epoca dei fatti vicepresidente della Alto CaloreServizi èaccusato oltreche della vicenda”rimborsi chilometrici”anche di altri due reati.Quelli legati al telefono cellulare, un iPhone di ultima generazione costato all’ Alto Calore ben 659 euro, che al momento dellaconclusione del proprio mandato nel luglio del2013 non avrebbe né restituito, né rimborsato è di un altro capo di accusa, quello di truffa. Il5 ottobre 2011 c’è un importante convegno sulla “sicurezza sul lavoro negli impianti di trattamento acque reflue Novi Ligure Federutility”. Convegno a cui asserisce di aver partecipato il consigliere di amministrazione dell’ Alto Calore Ilario Spiniello. Tanto che presenta anche una richiestadi rimborso al Settore Contabile per circa mille euro, precisamente 910,80.C’è unsolo problema. Leindagini hanno appurato il contrario, ovviamente ilcontrario dovrà dimostrarlo Spiniello. L’ ipotesi di reato per lui è quella di truffa. Altro convegno, altri rimborso. Stavolta però il consesso chiamato a discutere sui vincoli l’assunzione e le spese per il personale si tiene. E Spiniello che, stando alle indagini dei militari della Fiamme Gialle non vi avrebbe mai partecipato. Riesce però a presentare due richieste di rimborso per quell’ evento. Entrambe da 429,87 euro. Infine c’è il capitolo legato al «docufilm» realizzato dall’Alto Calore, quello del «Bacio Azzurro», per cui i due dirigenti sono accusati di abuso in atti d’ufficio.