Novellino: “Siamo come una Ferrari, andiamo a sbattere”

0
607

Walter Novellino parte dalla sua reazione al gol: “Spesso parlo tra me e me, i collaboratori di Inzaghi pensavano ce l’avessi con loro. Se avessi avuto qualcosa con loro il quarto uomo sarebbe intervenuto. Sarebbe stato ingiusto perdere, abbiamo reagito anche stavolta, chi è subentrato ha fatto bene il suo lavoro, riusciamo a imporre il gioco, abbiamo concesso poco. Nell’unica occasione da calcio d’angolo abbiamo preso gol. Loro si mettono dietro e possono metterti in difficoltà se ti scopri. E’ una squadra difficile da affrontare. Potevamo marcare meglio, Kresic se l’è perso, lo avevo messo in guardia perché so che Moreo è bravo di testa, ci doveva essere anche Castaldo lì, è andata male.

Pecorini ha fatto una bella partita ma era la prima, ha avuto qualche difficoltà, Morosini ha attaccato poco gli spazi, non si è mosso come altre volte. Abbiamo girato molto la palla per portarli fuori dall’area, hanno messo un pullman davanti ed era difficile passare. Laverone ha dato una spinta in più quando è entrato, Ngawa mi serviva per tenere la velocità di Falzerano. Siamo in crescita, ora recuperiamo anche Rizzato, Ngawa può anche giocare a destra alzando Laverone. Abbiamo una discreta squadra per raggiungere la salvezza. Questo Avellino è come la Ferrari, quella che ogni tanto va a sbattere. Raggiungiamo la salvezza e poi vediamo. Abbiamo una struttura, sappiamo fare i movimenti, giovani importanti, speriamo di fare meglio”.