Avellino città: allontanati stranieri per il contrasto ai furti

0
110

Non si ferma la controffensiva posta in essere dai Carabinieri del Comando
Provinciale di Avellino per il contrasto ai reati predatori, in particolare
ai furti in abitazione.

I Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino, costantemente impegnati in
quella capillare attività di controllo del territorio tesa a garantire
sicurezza e rispetto della legalità, hanno posto grande attenzione alla
problematica, intensificando i controlli e garantendo la massima presenza di
uomini sul territorio, soprattutto durante le ore notturne ed in quelle aree
particolarmente colpite dal fenomeno, sia per prevenire i reati predatori
che per intervenire con tempestività ed efficacia quando necessario.

Ed ancora una volta tali sforzi hanno portati i loro frutti: durante
l’esecuzione dei servizi di controllo del territorio, militari dell’Aliquota
Radiomobile sorprendevano due soggetti, entrambi pregiudicati di nazionalità
rumena e domiciliati in un comune della provincia BAT, che si aggirano a
piedi nei pressi di esercizi pubblici della Città del Tricolle.

Immediatamente controllati si accertava che gli stessi, rispettivamente di
anni 22 e 47, erano gravati da numeri precedenti per reati contro il
patrimonio. Pertanto, visto che non riuscivano a fornire alcuna plausibile
giustificazione circa la loro presenza in zona, veniva avanzata proposta per
l’irrogazione a loro carico della misura di prevenzione del Rimpatrio con
Foglio di Via Obbligatorio.

Analogo provvedimento è stato proposto nei confronti di un 53enne serbo,
residente in provincia di Benevento e gravato da precedenti di polizia,
controllato dai Carabinieri della Stazione di Bonito mentre a piedi si
aggirava per quel centro.