La Scandone Avellino riprende la corsa europea, battuto il Nymburk

0
614
Sidigas Avellino - Grissinbon Reggio Emilia Lega Basket Serie A 2017/2018 Avellino 02/10/2017 Foto Ciamillo-Castoria

La Sidigas Scandone Avellino riprende la corsa europea battendo il Cez Nymburk 80-63, ritornando nelle zone nobili della classifica. La serata non era iniziata nel migliore dei modi a causa della notizia dell’infortunio di Fitipaldo, ma i ragazzi di coach Pino Sacripanti hanno fatto di necessità virtù e con una  prova di spessore hanno portato a casa una partita di vitale importanza. Sugli scudi il solito Rich, autore di 23 punti, coadiuvato dalle buone prove di Filloy e Wells, che hanno messo a referto rispettivamente 16 e 19 punti.

La partita si apre con un canestro dalla media distanza di Dez Wells. Nymburk segna da tre con Hruban, Rich mette a segno 6 punti consecutivi ed Avellino è avanti di 3 (8-5).  I biancoverdi soffrono a rimbalzo concedendo qualche tiro in più agli ospiti, che si portano avanti grazie ai canestri di un ispirato Hruban. Filloy non ci sta: prima segna dalla lunga distanza e subito dopo serve N’Diaye per l’alley oop del 14-12. Sacripanti fa ruotare tutti i suoi effettivi inserendo Zerini, Ortner, D’Ercole e Scrubb: la scelta paga perché si alza l’intensità difensiva ed in attacco sono Rich e lo stesso Scrubb con i tiri liberi a dare il primo strappo alla gara (21-12). Ray segna i primi punti della serata ma Ortner sulla sirena di fine quarto a ristabilire le distanze (23-14).

Gli ospiti partono forte con un mini parziale di 4-0 targato Kendrick Ray che riporta sotto i cechi ma è ancora Rich con un canestro dei suoi a ricacciare ogni tentativo di rimonta del CEZ (25-18). La Sidigas inizia a difendere forte bloccando ogni tentativo di attacco ospite, ritorna Wells e si mette subito in ritmo con una tripla. Leunen segna due punti dopo un rimbalzo offensivo e gli irpini si portano sul +11 (31-20). Hruban prova a scuotere la sua squadra con un tiro da tre ma prima Wells e poi Rich con i loro canestri mantengono intatte le distanze. Mini break ceco: Ray segna da dentro l’area mentre Lawrence concretizza un gioco da tre punti (34-27). È ancora Nymburk a fare il break dopo i canestri di Rich e Leunen, Vyoral segna da tre e riporta a -4 gli ospiti (38-34). Contro break irpino: Rich realizza in sospensione mentre Scrubb fa 2/3 dalla linea della carità. Due liberi di Lawrence fissano il punteggio sul 42-36 al 20’.

Il terzo periodo di gioco si apre con un tiro dalla lunga distanza di Filloy (45-36). Il numero 12 biancoverde segna ancora in penetrazione mentre Rich va con la schiacciata su assist di Leunen (49-38). Il CEZ prova a riportarsi sotto: Peterka realizza in penetrazione, Bohacik fa 1/2 ai liberi ma Filloy segna 4 punti consecutivi e dà il +10 alla Sidigas (53-43). I cechi piazzano il mini break con Lawrence che realizza due punti in penetrazione e Bohacik che mette la tripla ma Wells da dentro l’area segna due volte e Avellino riallunga (57-48). Seguono i due punti in penetrazione di Scrubb e la schiacciata di potenza di N’Diaye su assist di Leunen. Il quarto si chiude sulla finta di Lawrence, che va direttamente a canestro (61-50).

L’ultima frazione si apre con il Nymburk che vuole recuperare lo svantaggio con Benda che va a schiacciare in contropiede. Rich subisce fallo antisportivo ma dalla linea della carità fa 1/2 e la Sidigas è ancora avanti di 9 (62-53). Le squadre bloccano i loro attacchi commettendo molti errori in fase offensiva. I cechi segnano con Ray, i biancoverdi con due liberi di Filloy mentre Ortner da sotto ridà la doppia cifra di vantaggio ad Avellino (66-55). Hruban segna da tre ma è la Sidigas a fare il break con 5 punti consecutivi di Wells ed una penetrazione di Filloy intervallata da una tripla del 77 ospite (73-61). Wells segna due punti che mettono il punto esclamativo alla gara ed è poi Rich a dare il colpo finale da tre. La Sidigas batte il Cez Nymburk 80-63.