Droga e banconote false, 37 arresti nel napoletano

0
394
Madre e figlio arrestati a Trastevere, avevano in casa oltre un chilogrammo di cocaina e 7.600 euro, provento dell'attivita' di spaccio, a Roma, 27 marzo 2017. ANSA / us Carabinieri +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

E’ in corso un’operazione dei Carabinieri del comando provinciale di Napoli per l’esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal locale gip a carico di 37 persone ritenute responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso e di associazione dedita allo spaccio di stupefacenti e di banconote false. Si tratta di presunti sodalizi criminali operanti a San Giorgio a Cremano (Napoli) e zone limitrofe e riconducibili, secondo i carabinieri, alla famiglia “Troia”. Nel corso delle indagini dirette e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i militari dell’Arma hanno documentato che la gestione delle piazze di spaccio di cocaina, crack, marijuana ed hashish era stata motivo di scontro con altre organizzazioni criminali e aveva dato luogo a numerose azioni violente, tra le quali l’esplosione, ad aprile 2016, di una autobomba posizionata nei pressi dell’abitazione della presunta reggente del clan.