Luogosano, arrestato 35enne in possesso di cocaina, hashish e crack

0
294

I Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano hanno tratto in arresto un
35enne ritenuto responsabile di illecita detenzione di sostanza
stupefacente.

L’intervento degli uomini dell’Arma è scattato a seguito del capillare
controllo del territorio che i militari del Comando Provinciale Carabinieri
di Avellino svolgono nel loro quotidiano impegno a garantire sicurezza e
rispetto della legalità.

Nella serata di ieri, in Luogosano, durante un normale servizio
perlustrativo, la pattuglia dell’Aliquota Radiomobile notava un insolito via
vai di giovani nei pressi dell’abitazione di un noto soggetto i quali, alla
vista della “Gazzella” desistevano nell’accedere e si dileguavano
frettolosamente.

L’attività posta in essere portava gli investigatori a localizzare
l’abitazione del 35enne quale meta di quel “pellegrinaggio”.

Quindi, senza indugio, si decideva di intervenire ed effettuare un controllo
all’interno dell’appartamento in uso al soggetto.

Quando i Carabinieri hanno bussato alla porta l’uomo, resosi conto della
scomoda presenza, tentava di intralciare in ogni modo l’operato dei
militari, arrivando financo a “sfidare” gli stessi a trovare sostanze di
qualsivoglia natura nella sua abitazione come prova della sua “buona fede”.
Ma i militari, non credendo a quelle parole, procedevano al controllo.

La perquisizione dava esito positivo: su un pensile della cucina,
all’interno di uno scatolo contenente cialde di caffè, i Carabinieri
rinvenivano un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi. Frammenti di
analoga sostanza stupefacente venivano altresì rinvenuti sopra un tagliere e
su di un grosso coltello.

I Carabinieri continuando l’attività rinvenivano un bilancino di precisione,
oltre 50 grammi di cocaina e circa 30 grammi di crack, il tutto ben
occultato in vari contenitori posti nel medesimo vano.

A conclusione della perquisizione, quanto rinvenuto veniva sottoposto a
sequestro ed il 35enne tratto in arresto, a disposizione della Procura della
Repubblica di Benevento.