Furto di energia elettrica, coppia denunciata a Vallesaccarda

0
300
I carabinieri all'esterno del club Fiore di Giffoni a Campigliano, frazione di Giffoni Valle Piana (Salerno), dove è avvenuto l'omicidio-suicidio, 01 febbraio 2015. ANSA/ FRANCESCA BLASI

Un potente magnete posto sul contatore per alterarne il funzionamento: un
vero e proprio furto di corrente che ha portato al deferimento di due
persone all’Autorità Giudiziaria.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Trevico, all’esito di un
controllo eseguito presso un’abitazione di Vallesaccarda, unitamente a
personale di società per l’erogazione di fornitura elettrica, hanno
accertato che era stato posto sulla parte superiore del contatore un
particolare magnete in grado di alterare il funzionamento dell’apparato
digitale e generare una drastica riduzione della contabilizzazione dei
consumi.

In considerazione delle evidenze emerse, a carico della coppia, ritenuta
responsabile dei reati di tentata truffa e furto di energia elettrica, è
scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di
Benevento.

Il magnete è stato sottoposto a sequestro penale.