Studenti di Avellino denunciati per spaccio di droga

0
280
foto diffusa da carabinieri di Prato

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al
contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di
sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di
Avellino, con specifici controlli nei pressi delle scuole e dei luoghi di
maggiore ritrovo per i giovani.

L’attività, spesso condotta unitamente ad unità cinofila, è mirata, tramite
una presenza attiva negli istituti scolastici, a fare una campagna pressante
contro la droga nei confronti dei giovani che, per vari e diversi motivi
sono più vulnerabili nell’approccio alla delicata questione.

Nella mattinata di ieri, presso un istituto scolastico del capoluogo irpino,
i Carabinieri della Stazione di Avellino, coadiuvati da personale non in
divisa e dai colleghi del Nucleo Cinofili di Sarno, dopo aver osservato se
ci fossero strani movimenti fuori da scuola nel tentativo quindi di bloccare
in flagranza eventuali attività di spaccio, hanno atteso che i ragazzi
entrassero nelle aule e quindi, durante il regolare svolgimento
dell’attività didattica, hanno iniziato i controlli.

Aula per aula, zainetto per zainetto: ogni angolo è stato setacciato in
lungo e in largo con l’infallibile fiuto del cane antidroga, inclusi i
parcheggi dei motorini ed i cortili. Il servizio ha dato esito positivo: a
seguito di perquisizione un ragazzo ed una ragazza, entrambi maggiorenni,
venivano sorpresi in possesso di alcuni grammi di marijuana e hashish: oltre
al sequestro della droga ed alla segnalazione alla competente Autorità
Amministrativa, scattava a loro carico la denuncia in stato di libertà alla
Procura della Repubblica di Avellino, perché ritenuti responsabili di
detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Altra marijuana, per un totale di circa 15 grammi, è stata rinvenuta,
occultata da ignoti, all’interno del vano della pompa antincendio nonché nel
giardino perimetrale dell’istituto, probabilmente lanciata da una finestra
prima dall’inizio delle operazioni.

Sono in corso indagini da parte dei Carabinieri.

L’attenzione dell’Arma nella lotta alla deplorevole piaga presentata dallo
spaccio e consumo di stupefacenti specialmente tra le fasce della
popolazione giovanile, rimane comunque alta e tali servizi continueranno
anche nei prossimi giorni nell’intera provincia.