Elezioni, prove di larghe intese. Numeri in bilico e maggioranza instabile

0
746

Secondo i sondaggi riportati da Repubblica.it il centrodestra sarebbe a un soffio dalla vittoria, ma anche una strada tutta in salita per un governo di larghe intese Pd-Forza Italia. “Ora che si conosce la ripartizione dei collegi tra i singoli partiti è possibile simulare un calcolo dei loro seggi. Se si assegnano i collegi in bilico al candidato che ha anche solo un punto in più di vantaggio, e si sommano a quelli sicuri (uninominali e proporzionali): alla Camera Pd a 147 seggi, Forza Italia 141. Il totale fa 288. Se gli alleati dei dem (+Europa, Insieme e Civica popolare) convergessero con i loro 9 deputati e la quarta gamba del centrodestra facesse altrettanto con i suoi 16, si arriverebbe a 313 seggi. Ne mancherebbero tre per arrivare ai fatidici 316 necessari alla maggioranza, comunque una base fragilissima per il governo”, scrive il quotidiano fondato da Scalfari. Per allargarla sarebbe improbalile una convergenza degli altri partiti, sia a destra con Lega e Fratelli d’Italia, sia a sinistra con Liberi e Uguali.

Al Senato invece l’intesa sarebbe più fruttuosa: Pd e FI insieme arriverebbero a 148 seggi, ma con gli alleati toccherebbero quota 166, otto in più della maggioranza di 158. L’unica certezza al momento, al di là dei sondaggi, resta dunque quello di una instabilità quasi certa.