Furto di un furgone, arrestato romeno

0
348
Carabinieri ArcoANSA/UFF STAMPA CARABINIERI ARCO ++NO SALES, EDITORIAL USE ONLY++

Prosegue senza sosta la lotta alla piaga rappresentata dalla criminalità
predatoria, che ogni giorno vede impiegati i militari dell’Arma in un
capillare controllo del territorio teso a garantire senso di sicurezza e
rispetto della legalità.

Qualche giorno fa ignoti ladri hanno rubato un grosso furgone parcheggiato
nel piazzale di un’azienda di Lacedonia.

La denuncia ha subito fatto scattare le ricerche del veicolo che è stato
intercettato dai Carabinieri nel complesso industriale di Oliveto Citra.
Alla vista della Gazzella, il maldestro tentativo di fuga messo in atto dal
conducente del mezzo, terminava dopo un inseguimento di circa 15 chilometri.
Giunto nei pressi dello svincolo di Campagna il mezzo veniva bloccato: le
tre persone che erano a bordo scappavano a piedi nei limitrofi terreni,
riuscendo a far perdere le loro tracce favoriti dall’oscurità.

Il furgone è risultato carico di grossi cavi di rame tranciati, del tutto
simili a quelli recuperati pochi minuti prima nel bagagliaio di un’auto con
la quale un romeno aveva tentato la fuga ma, bloccato, veniva tratto in
arresto.

Sono in corso indagini e rilievi tecnici da parte dei Carabinieri dei
Comandi Provinciali di Avellino e Salerno: già individuati alcuni elementi
ritenuti utili per risalire all’identità dei malviventi, che sono al vaglio
degli inquirenti.