Scandone, fine della corsa: Cremona elimina i biancoverdi ai quarti di finale

0
1040

Si ferma ai quarti la corsa della Sidigas Scandone Avellino nella Final Eight di Coppa Italia, che cede alla Vanoli Cremona 82-89 dopo un tempo supplementare. I biancoverdi avevano iniziato bene la gara, ma nella parte centrale la squadra di Sacchetti è rientrata e la partita si è giocata sul filo di lana. All’overtime la Vanoli ha avuto la meglio su Leunen e compagni.

È la schiacciata di Fesenko ad aprire il quarto di finale delle Final Eight, lo segue Filloy che dalla media mette due punti facili e D’Ercole che piazza una tripla (7-0). Dopo un tiro da tre di Johnson Odom è ancora Fesenko a dominare l’area, con la Sidigas che scappa sul +8 (11-3). Ruzzier prova a riportare sotto Cremona, ma è ancora Fesenko a segnare costringendo Sacchetti al time out (13-5). Fontecchio prova a scuotere i suoi dalla lunga distanza, ma l’accoppiata Filloy-Fesenko continua a fare male ai lombardi (20-10).  N’Diaye fa 2/2 ai liberi ma un parziale di Cremona con Odom, Ricci e Milbourne chiude il primo quarto (22-18).

Parte forte Cremona che piazza un 4-0 di parziale riportando di nuovo la partita in parità. Diener piazza la tripla e Sacripanti chiama time out (22-25). Dopo l’ennesima tripla di Diener, Avellino ricomincia a segnare grazie a Rich che ne mette 4 di fila (26-28). I biancoverdi tornano a difendere e grazie al loro capocannoniere si riportano avanti, costringendo coach Sacchetti a rifugiarsi nel time-out (30-28). Sims trova due punti da sotto, Rich fa 1/2 dalla lunetta mentre D’Ercole piazza la tripla (35-30). La Sidigas continua con il suo parziale grazie ai liberi Rich ma è Johnson Odom a fermare il break biancoverde con due liberi (38-32). Fesenko da dentro l’area chiude il secondo quarto e i biancoverdi si riportano sul +8 (40-32).

Al ritorno dall’intervallo lungo le due squadre segnano poco: Fesenko fa 1/2 dalla lunetta mentre Ruzzier piazza la tripla (41-35). Parziale lombardo con Sims e Odom, ma è ancora D’Ercole a ricacciare indietro Cremona segnando dalla lunga distanza (44-39). Sacchetti ordina la zona ed Avellino ferma il suo attacco. Sims ne approfitta ma rientra Fitipaldo che subito piazza la tripla (49-43). Dopo due liberi di Rich, Diener segna 5 punti consecutivi e riporta sotto Cremona (51-50). Fitipaldo segna dalla media mentre Sims dalla lunetta fa 1/2 ed Avellino rimane avanti (53-51).

L’ultimo quarto inizia con le due squadre che si affrontano a viso aperto: Wells fa 1/2 mentre Rich segna in penetrazione. Cremona risponde con Diener e Sims e dall’altra parte del campo Scrubb ruba palla e va a schiacciare (58-55). Due triple di Cremona, una di Diener ed un’altra di Ricci riportano avanti la squadra di Sacchetti (58-61). Cremona prova a scappare con Johnson Odom ma Fesenko è il più in palla e accorcia le distanze dai lombardi (63-65). La Sidigas si riporta in vantaggio grazie a Rich ma un fallo tecnico chiamato alla panchina permette alla Vanoli di piazzare un break di 7-0 (66-72). I biancoverdi non si scompongono e grazie al loro capocannoniere Jason Rich la pareggiano: le squadre vanno all’overtime (74-74).

Avellino parte bene con Rich ma risponde subito Diener. I biancoverdi si riportano avanti con con i liberi del solito RIch, ma un gioco da quattro punti riporta avanti Cremona e la Sidigas non riesce più a rientrare. Cremona batte Avellino 82-89.