Novellino: “Chi ha paura resti a casa. Dobbiamo vincere”

0
214

Alla vigilia della sfida tra Novara ed Avellino, in casa biancoverde ha presentato la sfida del Partenio-Lombardi il tecnico Walter Novellino: “Vorrei precisare che a me chiacchiere non piacciono. A Venezia il primo tempo abbiamo giocato sicuramente male, ma nel secondo tempo abbiamo saputo reagire. La squadra sta bene. Moretti ed Ardemagni hanno un attacco febbrile ma noi andiamo avanti lo stesso. Abbiamo un obiettivo ben preciso e dobbiamo rialzare l’Avellino. Siamo una squadra che al completo sa giocare a calcio. Se ad Avellino ci sono dei professori non posso farci molto. Domani affronteremo una partita con delle difficoltà, ma abbiamo lavorato bene. Nonostante la brutta prestazione di Venezia c’è un clima disteso nello spogliatoio. Penso che un allenatore debba portare serenità. Ognuno vuole sempre ottenere il massimo dal proprio lavoro, è normale”.

Domani bisognerà battere il Novara…

“Il sorpasso in classifica ci deve essere. Loro hanno fatto dei cambiamenti, ma credo nei miei ragazzi e in quello che facciamo. Sono convinto del mio lavoro. Vorrei lasciare la mia impronta anche qua, come ho fatto a Venezia. Dobbiamo andare avanti, nonostante le assenze”.

Il recupero di Bidaoui potrebbe permettere di tornare al 4-4-1-1? In difesa ci sarà Kresic?

“Conosco a memoria il mio gioco. Il 4-4-1-1 ha fatto le mie fortune, ma in caso di necessità bisogna saper cambiare. Bidaoui sta bene, così come Cabezas. Abbiamo gli esterni per poter fare un certo tipo di gioco. Non voglio dare vantaggi a nessuno, ma dietro ci potrebbero anche essere dei cambiamenti. Dobbiamo stare attenti sulle palle inattive”.

Con il Novara si vedrà un Avellino spregiudicato?

“Ho bisogno di una certa struttura difensiva domani. Abbiamo recuperato calciatori fondamentali e questo è importante. Dobbiamo saperla giocare la partita”.

Il recupero di diverse pedine importanti potrà riportare fiducia tra i suoi ragazzi?

“Il gruppo non ha mai perso fiducia. Critico molto la mia squadra, come nel primo tempo di Venezia. Dobbiamo essere attenti sulle palle da fermo. Domani giocheremo per i tre punti dal primo minuto”.

Come si gestiscono questi impegni ravvicinati?

“Pensiamo ad una partita alla volta. Voglio ritrovare lo spirito gagliardo di questa squadra. Al completo possiamo dare fastidio a parecchi”.

Il Novara è migliorato molto nell’ultimo periodo…

“E’ cambiato totalmente il loro gioco. Chi ha paura resti a casa, non dobbiamo andare in guerra. Ho recuperato molti calciatori e voglio essere anche un pò presuntuoso. Dobbiamo giocare per i tre punti”.

Non ci sarà tanta gente allo stadio a causa del freddo e dei risultati non positivi.

“A livello di gioco non so in cosa abbiamo deluso. Stanno deludendo sicuramente i risultati. Siamo dispiaciuti, ma so fare il mio lavoro”.

Non ci saranno Castaldo ed Ardemagni, ma ci sarà Asencio…

“E’ migliorato tanto e ha molta qualità. Ci può dare una mano importante”.

Ad Empoli saranno previsti -7 gradi. Questo potrà influire sulla gestione dei calciatori appena rientrati?

“Pensiamo ad una partita per volta. Ora testa al Novara”.

Migliorini dovrà riposare un pò?

“Gli dobbiamo dare un pò di tempo perchè fa fatica nell’affrontare tre partite di fila”.