Cervinara e Mugnano, scoperte aree a cielo aperto

0
283
Un arresto dei carabinieri

Permane alta in Irpinia l’attenzione dei Carabinieri del Comando Provinciale
e del Gruppo Forestale nella pianificazione ed attuazione dei servizi
finalizzati anche all’accertamento di violazioni connesse alla tutela
dell’ambiente e della salute pubblica e, in particolare, alla gestione
illecita di rifiuti.

Non è la prima volta, e probabilmente non sarà neppure l’ultima, che si
individua una discarica abusiva. È successo l’altro giorno a Cervinara dove,
anche grazie ad un articolo riportato da un noto quotidiano, l’Arma locale,
unitamente ai colleghi Forestali, ha sottoposto a sequestro, in località
impervia e non facilmente raggiungibile, un’area di un centinaio di metri
dove ignoti avevano abbandonato 17 pneumatici usati.

Conseguentemente i Carabinieri hanno provveduto a sottoporre a sequestro
quell’area di proprietà comunale, per la successiva bonifica, notiziando la
Procura della Repubblica di Avellino del reato commesso da parte di ignoti.

Sono in corso indagini tese all’individuazione dei responsabili
dell’illecito smaltimento di rifiuti.

È stata invece denunciata in stato di libertà dai Carabinieri della Stazione
Forestale di Monteforte Irpino una persona di Mugnano del Cardinale,
titolare di un’impresa edile, ritenuta responsabile di illecita attività di
gestione di rifiuti speciali non pericolosi: all’interno di un fondo di sua
proprietà i militari operanti hanno rinvenuto materiale vario proveniente da
lavori di costruzioni e demolizioni edili.

La superfice di circa 300 mq. interessata da quell’illecito smaltimento è
stata sottoposta a sequestro.