Caposele, rischio spaccatura nel PD

0
235

CAPOSELE – I malumori all’interno del Partito Democratico di Caposele, in
vista delle elezioni amministrative continuano e l’appunto del segretario
dem Giuseppe Rosania, sembra infondato secondo il consigliere comunale del
Circolo Arcobaleno, Lorenzo Melillo. L’accordo storico tra le due compagini
a Caposele è in corsa per decidere le candidature, ma resta da sciogliere
il nodo della minoranza Pd, che tiene viva la voce di una candidatura a
sindaco in contro parte dell’attuale vice sindaco Donato Cifrodelli. Netto
il commento di Melillo alle parole di Rosania: «Mi ha colto di sorpresa
quello detto dal segretario del Pd Rosania, siccome il giorno prima il
delegato degli iscritti al Pd per la formazione della lista civica
Sturchio, aveva riportato totalmente quello che era stato , nell’incontro
tra le delegazioni, il riconoscimento di una leadership al Circolo
Arcobaleno. Il capo della delegazione Pd che dialoga a nome degli iscritti
con noi è Sturchio, che, a nostro modo di vedere, rappresenta la
maggioranza del Pd avendo sponsorizzato l’elezione di Rosania a segretario.
Rosania quindi è in continuità a Sturchio, anzi negli incontri che facciamo
il Pd si presenta con la maggioranza ed anche con la minoranza che fa capo
a Giuseppe Grasso. Quindi non so Rosania a cosa si riferisce quando parla
di una base non convinta, ricordando che la nostra apertura è segno di
serietà politica». Il dialogo resta con la delegazione guidata da Sturchio
che ha ricevuto dall’assemblea del partito il compito di guidare i colloqui
con le altre forze politiche. «Siccome noi dell’Arcobaleno – spiega Melillo
– seguiamo le regole basilari della politica, continuando a dialogare con
chi rappresenta ufficialmente il partito. Sottolineando che nella
delegazione, insieme a Sturchio è presente anche la minoranza del pd
Giuseppe Grasso che è in linea con tutto il lavoro svolto fino ad oggi
dalle due delegazioni». Il referente del Circolo Arcobaleno, poi rincara la
dose ed afferma: «Non capisco dunque queste dichiarazioni del segretario
Rosania, ma se lui cambierà le carte in tavola avendo una nuova maggioranza
ne prenderemo atto. Quindi sta a Rosania dimostrare che la base non è
favorevole a questo accordo e che il partito non accetta la linea fino ad
ora portata avanti». Rosania sta dialogando con i propri iscriti anche in
vista del Congresso provinciale e vuole capire come andare avanti. Ma al
momento la linea di Sturchio è quella maggioritaria. In conclusione Lorenzo
Melillo afferma: «Al momento noi ci basiamo su quello che è la delega degli
iscritti data a Sturchio e con lui stiamo dialogando per la costruzione di
una lista civica. Se il Pd non vuole, come vorrebbe affermare Rosania,
continuare questa intesa, ne prenderemo atto, concorreremo comunque alla
guida di Caposele, con tutti quelli che in questi anni hanno condiviso con
noi un percorso e con i quali abbiamo combattuto diverse battaglie
importanti per il bene del paese».