Truffa dello specchietto, la polizia inchioda il responsabile

0
189

Gli Agenti del Commissariato di Cervinara hanno deferito alla Procura della Repubblica di Benevento, un 47enne napoletano, pluripregiudicato, responsabile di aver commesso una serie di truffe,  in prossimità del Comune di Montesarchio, in danno di automobilisti del comune sannita. Il 47enne, a partire dallo scorso mese di marzo, aveva messo a segno alcune truffe stradali, al fine di estorcere denaro, utilizzando  il conosciuto metodo della rottura dello specchietto. Questi, dopo aver individuato la vittima  designata, attendeva pazientemente in auto di essere sorpassato, per poi inseguirla e lamentare la rottura dello specchietto, provocata, a suo dire, da una “manovra maldestra”. Come spesso accade in questi casi, la vittima, stupita dell’accaduto e  convinta, anche in virtù dell’atteggiamento deciso, spavaldo e convincente del truffatore, per non subire l’eventuale aumento della tariffa assicurativa, acconsentiva alle richiesta del risarcimento danni in denaro che non superava i 200 euro.  L’ultimo, analogo episodio,  occorso alcuni giorno fa è costato però caro al truffatore, in quanto l’ennesima vittima, una donna del luogo, pur acconsentendo   ad assumersi la responsabilità del “sinistro”,  riferiva di doversi recare al bancomat per prelevare il denaro e quindi invitava il 47enne a seguirla. Nella circostanza  la donna, con l’ausilio del cellulare fotografava la targa e lo   specchietto rotto del veicolo e proprio in quel preciso momento l’uomo, accortosi del gesto,  con uno scatto fulmineo si allontanava  a bordo della propria auto, facendo perdere ogni traccia.  A seguito di immediate indagini avviate dai poliziotti, grazie alle fotografie scattate con il cellulare della donna si è riusciti a risalire al malfattore, residente nel napoletano, che dopo essere stato rintracciato ed identificato, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di truffa consumata.