Forgione: il mio bilancio dopo cinque anni e le nuove sfide a Gesualdo

0
38

In occasione delle elezioni amministrative del prossimo 10 giugno, pubblichiamo l’intervista all’avvocato Domenico Forgione, candidato alla carica di sindaco della lista “la Vela” e attuale primo cittadino del Comune di Gesualdo.

Sindaco, siamo ormai alle fasi finali del suo primo mandato. Nel farle i migliori auspici in vista del 10 giugno, comincio col chiederle quali risultati può affermare di aver raggiunto rispetto agli impegni di programma della scorsa tornata elettorale e quali politiche non è riuscito a portare a compimento? E, nel secondo caso, quali sono state le maggiori difficoltà incontrate?
<< Tra i risultati pù importanti che ho e abbiamo ottenuto c’è, sicuramente, quello di aver portato il comune a una situazione di bilancio sano. Infatti abbiamo chiuso gli ultimi tre anni con l’avanzo di amministrazione, cosa non da tutti, e l’ente non presenta situazioni debitorie. Per quanto riguarda alcuni obiettivi non raggiunti, bisogna sottolineare che essi non sono dipesi solamente e direttamente dall’amministrazione comunale ma anche da cause esterne, per esempio dalla pubblicazione dei bandi europei. Sulla programmazione 2014-2020, preciso che è stata data la possibilità ai comuni di poter presentare i progetti soltanto a partire dal 2 gennaio e fino al 9 marzo. Noi ne abbiamo presentati dieci, di cui nove esecutivi cantierabili, che riguardano tutte le zone del paese. Con questo voglio dire che, dal punto di vista della progettazione e della programmazione, avevamo già da tempo fatto la nostra parte. La mia amministrazione è rimasta coinvolta in questo ritardo che ha reso i tempi più lunghi. Abbiamo presentato i progetti non appena è stato possibile farlo>>.
In caso di rielezione, su quali temi sarà incentrata la vostra azione di governo per i prossimi cinque anni e al perseguimento di quali obiettivi sarà rivolta?
<< Innazitutto manterremo i conti economico-finanziari dell’ente nelle stesse condizioni attuali. Un bilancio sano è fondamentale. Inoltre, due sono gli obiettivi prioritari. Uno è rappresentato dalla realizzazione del nuovo edificio scolastico. I problemi che abbiamo avuto sulla scuola sono ereditati dal passato. Nel 2015 ci siamo attivati per la richiesta del finanziamento, ottenendolo solo a febbraio del 2018. Purtroppo i tempi della burocrazia sono questi, ma ribadisco che siamo sempre stati attenti nella presentazione dei progetti. L’altro punto fondamentale riguarda il miglioramento della gestione, dell’organizzazione e della valorizzazione del patrimonio storico e architettonico del paese. Molti sono gli altri obiettivi raggiunti negli ultimi anni, tanto che il comune ha ricevuto, nella persona del sindaco, un comunicato di apprezzamento da parte del Presidente della Repubblica in occasione dell’inaugurazione e dell’apertura del castello. Credo che ciò rappresenti un riconoscimento importante da parte della più alta carica dello Stato, a seguito della realizzazione della più grande opera che abbiamo gestito >>.
Mi sembra prestare particolare attenzione al quadro economico-finanziario dell’ente. Tra le altre cose, va osservato che il valore in percentuale della spesa per il personale sul totale della spesa corrente e di gestione è diminuito, con il costo pro capite di 242,00 euro del 2010 sceso a 207,00 euro pro capite nel 2014. Con questo mi voglio collegare alla questione scuola, uno dei punti più controversi e dibattuti dell’intera campagna elettorale, essendo di rilevante interesse pubblico. Il mutuo previsto per la realizzazione del nuovo edificio scolastico come si combinerà, in futuro, con il contenimento della spesa generale?
<< Sulla scuola non ho intenzione, insieme alla mia amministrazione, di fare operazioni di rattoppo, non la ritengo una cosa positiva. Il progetto che abbiamo avviato punta alla realizzazione ex novo della struttura scolastica, da costruire, ovviamente, con criteri antisismici. In questo senso abbiamo predisposto il piano economico, consistente in un finanziamento ministeriale di 1.500.000 euro, a cui si aggiungeranno poco più di 600.000 euro, finanziati attraverso un mutuo richiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, peraltro già concesso, pur in tempi così difficili. Questo dimostra, nuovamente, che il bilancio comunale è sano, essendo stato il parere espresso da persone competenti in materia. Il fatto che si contestino i costi del mutuo non trova nessun fondamento perchè lo pagheremo con i risparmi derivanti dai pensionamenti di alcuni dipendenti comunali. Inoltre ci impegneremo a mantenere stabile la pianta organica del personale e a non fare nuove assunzioni. >>
Altra questione di rilievo è quella relativa a Irpiniambiente e alla gestione di raccolta e smaltimento dei rifiuti. In merito a questo, quali sono le misure, anche mirate a una possibile diminuzione della tassazione, che, se rieletti, adotterete?
<< Con il consorzio Irpiniambiente abbiamo un contratto non sottoscritto dalla mia amministrazione. Ci siamo attivati fin da subito per cercare di ampliare la raccolta porta a porta in alcune zone del paese. L’obiettivo è ampliarla ulteriormente nelle restanti zone, valutando bene costi e benefici per evitare che ci sia un aggravio di spese sui contribuenti. Il meccanismo di creare un ragionamento con gli altri comuni è complesso ma mi auguro che vada a buon fine per ridurre la tassazione dei rifiuti. In ogni caso, al di là di tutto, la tassazione del Comune di Gesualdo per lo smaltimento dei rifiuti rimane tra le più basse. Ogni comune pubblica sui propri siti istituzionali le tariffe e sarebbe facilissimo consultarle e confrontarle >>.
Ha intenzione di fare qualche chiarimento riguardo alle spese di indennità e alle spese istituzionali?
<< Per quel che riguarda l’indennità di carica, nel comizio di apertura ho sottoscritto un’autorizzazione al candidato capolista avversario, visto che mi veniva addebitato di portare al comune spese di missione e viaggi. Se accoglierà l’invito e accederà agli atti, rimarrà sorpreso, non trovando per la mia funzione di sindaco nemmeno un euro di spesa relativa a missioni, viaggi e a rimborsi di vario genere. Tra le altre cose, ho rinunciato anche a sette mensilità. Bisogna avere una certa attenzione nel leggere i dati di bilancio, altrimenti si rischia di scivolare su una buccia di banana >>.
Alla fine, avvocato Forgione, perchè i cittadini elettori di Gesualdo il 10 giugno devono scegliere la sua lista?
<< Facile. Perchè, scegliendo “la Vela”, vincerà Gesualdo >>.
La ringrazio e le auguro buon proseguimento di campagna elettorale.

Quirino De Rienzo