Pesiri: quante accuse su di me. Rispondo con le proposte e le cose che intendiamo fare

0
28

In occasione delle elezioni amministrative del prossimo 10 giugno, pubblichiamo l’intervista al notaio Edgardo Pesiri, candidato alla carica di sindaco della lista “il Sole”.
Notaio, siamo prossimi all’ultima settimana di campagna elettorale. Per quali ragioni ha deciso di candidarsi?
<< I motivi della mia candidatura sono molteplici. Il primo è l’amore per il mio paese, non come flatus vocis ma come contenuto vero, perchè, effettivamente, non so distaccarmi da queste vecchie pietre e da questa gente così intelligente e fiera dal punto di vista intellettuale, morale e civile. Questo è il motivo principale. In secondo luogo perchè sono convinto che la vita consista nel fare qualcosa di buono e di utile, andando incontro alla gente, alle sue necessità, ai suoi bisogni, ai suoi ideali. Inoltre, penso, con molta umiltà, di avere la capacità che serve per poter, eventualmente, affrontare tante problematiche, dato che la vita mi ha temprato, essendomi guadagnato con il mio lavoro tutto ciò che ho, svolgendo la mia professione, per oltre quarant’ anni, quasi giorno e notte. Per me chi più ha, più deve dare, in modo che si possa creare una società di benessere, di amicizia e di pace >>.
Quali sono gli obiettivi di governo più importanti contenuti nel vostro programma? In caso di elezione, su quali problemi focalizzerete l’attenzione per i prossimi cinque anni?
<< L’attenzione sarà rivolta, maggiormente, al lavoro, perchè senza lavoro manca la dignità. L’assenza di lavoro calpesta la dignità dell’uomo, portando all’abbrutimento umano. L’obiettivo successivo è quello di risolvere i problemi della scuola. La sanità, i servizi medico-sanitari e socio-sanitari sono importanti. Noi siamo degli esseri imperfetti e abbiamo bisogno di aiuto. Quindi vogliamo creare qualcosa di socialmente rilevante come può essere una struttura per anziani, o per disabili. Dare maggiori tutele e maggiori difese alle famiglie che vivono situazioni di disagio è una nostra priorità. Riuscire a concretizzare questo progetto sarebbe un grande risultato >>.
Riguardo allo sviluppo economico del territorio e alla creazione di opportunità di lavoro, qual è la sua ricetta e quali sono le sue idee?
<< Noi valorizzeremo l’imprenditoria locale, in modo che le imprese possano operare sul territorio di Gesualdo senza essere costrette ad andare fuori, com’è stato fino a ora. Voglio, poi, fare la seguente considerazione. Non è mia intenzione dare in elemosina posti di lavoro e manifestarlo pubblicamente. Il bene si fa in silenzio, senza mostrarlo in piazza. Quello che a me interessa è creare occupazione per il mio paese, anche attraverso progetti, arrivando al punto da essere in grado di dare lavoro anche all’esterno, dopo aver soddisfatto la richiesta interna. Sento il dovere di contribuire in questa direzione, cercando di creare opportunità lavorative in ogni ambito, a cominciare dal settore agricolo, da quello artigianale e da quello turistico >>.
A proposito di turismo e ambiente, come si muoverà in questa direzione?
<< Sull’ambiente comincerò, insieme alla mia amministrazione, dall’ordine e dalla pulizia di un territorio che, in questo momento, versa in uno stato vergognoso. Renderemo Gesualdo di nuovo vivibile, risolvendo problemi come i collegamenti di rete dei servizi idrici alle case e intervenendo sulla rete fognaria. Tutte cose da fare. Fino a questo momento abbiamo assistito solo a promesse inutili e non mantenute. Noi dobbiamo fare e solo dopo parlare. Punteremo, inoltre, al rilancio turistico del paese >>.
Cosa assicura di realizzare, in concreto, nei possibili primi 100 giorni della sua amministrazione?
<< Premetto che non preferisco parlare di cento giorni, perchè, una volta insediato, dovrò prima constatare con mano la situazione in cui si trova l’ente comunale. Inutile fare promesse. Per cominciare a realizzare le cose ci potrà volere qualche mese o molti mesi. Il problema è di fare e di voler fare. In assoluto, il primo periodo sarà rivolto a risolvere i piccoli problemi del nostro territorio e a creare nella comunità un clima di amicizia e di serenità. Tra le altre cose, curerò personalmente i rapporti con l’esterno, dove per esterno intendo i rapporti con le istituzioni, con il mondo della cultura e dell’Università. Ritengo che, sostanzialmente, una comunità cresca quando c’è pace all’interno e ci sono collegamenti importanti con l’esterno >>.
Nell’ ultima settimana la competizione elettorale è entrata nel vivo. Il clima si è surriscaldato. Come risponde alle accuse ricevute?
<< Le dico subito che non ho mai visto tanta miseria umana. La politica non è questa, non è accusare, falsamente e inutilmente, una persona. La mia coscienza e la mia onestà intellettuale non possono essere messe in discussione da nessuno. Nei prossimi comizi elettorali risponderò in maniera dura, ma sempre con la massima onestà e umiltà. La mia vicenda professionale l’ho risolta, come farebbe ognuno, lottando e credendo nella vita e nei miei valori. E’ importante che la nostra coscienza sia a posto, poi tutto il resto non conta. Gli avversari hanno strumentalizzato la cosa muovendo accuse che nulla hanno a che fare con la politica, che è fatta per l’interesse della collettività e non di attacchi personali. Questi non li accetto soprattutto da parte di chi non ha fatto niente per cinque anni e vuole distogliere la visuale dalla sua inutilità e inefficenza amministrativa. Posso assicurare tutti che la nostra fedina penale è pulita, la mia e quella dei candidati della mia lista >>.
Uno dei suoi cavalli di battaglia è la rinuncia a percepire qualunque indennità istituzionale. I risparmi che ne deriveranno per quali capitoli di spesa saranno utilizzati?
<< Ribadisco che non prenderemo niente, perchè questi soldi servono per la comunità, non per noi. Siamo tutte persone che lavorano e non abbiamo bisogno di nulla. Destineremo queste risorse per le esigenze economiche e di crescita del territorio >>.
Infine, notaio Persiri, perchè il 10 giugno i cittadini elettori di Gesualdo dovrebbero scegliere la lista “il Sole” e quali garanzie offre?
<< Perchè la pregressa amministrazione è stata inutile e inefficiente, tutta basata sull’individualismo. Quindi di fronte a un’amministrazione che per cinque anni non ha fatto niente, noi cercheremo di fare. Non so quanto, ma comunque faremo, con la nostra ferma convinzione di realizzare qualcosa di positivo per il futuro di Gesualdo >>.
La ringrazio e le auguro buon proseguimento di campagna elettorale.
Quirino De Rienzo