Altavilla, il bilancio consultivo del comune

0
24

La gestione finanziaria ha evidenziato riscossioni complessive per euro 12.189.906 e pagamenti complessivi per euro 12.433.875.

Il fondo cassa al 31 dicembre 2017 è pari ad euro 335.981.

Alle risultanze di cui sopra si aggiungono i residui attivi e passivi, così suddivisi: residui attivi per euro 7.699.698 e residui passivi per euro 5.476.041. Dopo la posta del FPV (Fondo Pluriennale Vincolato) ne deriva un AVANZO DI AMMINISTARZIONE al 31/12/2017 di euro 2.519.532. Effettuati gli accantonamenti per inesigibilità e passività potenziali rispettivamente per euro 976.984 ed euro 776.994, le risultanze di bilancio portano a fondi destinati agli investimenti per euro 700.000 e a fondi disponibili per euro 65.554. Si conferma che anche per il 2017 si è fatto un utilizzo parziale e temporaneo dell’anticipazione presso la Tesoreria Comunale, a riprova di una costante buona situazione di cassa e di un’attenta gestione dei flussi.

Complessivamente, possiamo affermare che il Rendiconto esprime un quadro di buon equilibrio e di sana gestione, dove il risultato di amministrazione attesta un apprezzabile stato della liquidità a breve, mentre il risultato economico, confrontando costi e ricavi, mette in evidenza l’attitudine alla creazione di ricchezza dell’Ente. Questi elementi sono messi in luce nella Relazione del Revisore che dal 2015 viene nominato dalla prefettura, il quale attesta la corretta rappresentazione delle registrazioni contabili, la corrispondenza delle risultanze di bilancio nei vari capitoli, la sussistenza ed esigibilità dei residui attivi, l’utilizzo dei fondi a destinazione specifica, così come apprezza la completezza dell’esposizione nella relazione illustrativa, conformemente alle norme statutarie e regolamentari del nostro Comune. Una particolare attenzione è stata rivolta anche nell’esercizio 2017 alle Spese Correnti, che si sono attestate complessivamente a euro 2.538.186,98 (con un risparmio sul 2016 di circa 380.000). Per gli Enti Locali questo settore è caratterizzato da una certa rigidità, tenendo conto dell’incidenza delle spese fisse e inderogabili. Il nostro coefficiente di rigidità delle spesa corrente è stato pari al 40,675% (rapporto tra spese per il personale + spese ammortamento mutui rispetto alle entrate correnti). Un dato in netto miglioramento rispetto al 2016, ed in linea con i valori mediamente riscontrati in comuni aventi una dimensione demografica simile alla nostra. È proseguita la rigorosa politica messa in atto in questi anni nella gestione degli accantonamenti e dei residui, che porta il nostro Ente a presentare una situazione contabile realistica ed uno stato patrimoniale solido. Riteniamo molto importante sottolineare questo aspetto, in quanto queste oculate scelte politico-amministrative non espongono il nostro Ente al rischio di presentare situazioni contabili inficiate dalla sussistenza nell’attivo di partite non tangibili, eventualità non così rare nella pubblica amministrazione. Vogliamo evidenziare anche il positivo dato relativo alla tempestività dei pagamenti, che per il nostro Comune si attesta ad una media di 62 giorni dalla fattura. Il Comune di Altavilla Irpina è quindi, oggi, un pagatore assolutamente corretto e puntuale, in un campo in cui la pubblica amministrazione spesso non brilla. Risultano pienamente rispettati i vincoli di finanza pubblica (saldo non negativo in termini di competenza tra entrate finali e spese finali).

La relativa certificazione è stata trasmessa al MEF in data 31 marzo 2018. Così come è stata rispettata la normativa relativa alla riduzione delle spese di personale, garantendo nel contempo il rispetto ed il contenimento della dinamica retributiva ed occupazionale.

Anche al termine di questo esercizio, possiamo trarre motivi di soddisfazione nel valutare l’efficacia dell’attività amministrativa sulla base dei risultati conseguiti nelle diverse aree d’intervento. Tutti i settori sono stati seguiti con la massima attenzione e costante impegno. Quindi, non presentiamo solamente un rendiconto da cui risultano inconfutabili ed apprezzabili risultati in termini di solidità finanziaria e patrimoniale, ma questo momento ci consente anche di fare il punto sull’attività svolta nei vari campi d’azione. Essendo ormai ad un anno dalla scadenza del mandato quinquennale, e confrontando il programma sottoposto agli elettori nel 2014, siamo nelle condizioni di affermare che il grado di raggiungimento degli obiettivi prefissati è assolutamente in linea con le attese. Sulla base di queste considerazioni sulla complessiva attività svolta, confortate da una situazione economica e patrimoniale che conferma il buono stato di salute dei nostri conti, abbiamo sottoposto al Consiglio Comunale il Rendiconto 2017 con parere nettamente favorevole e lo stesso è stato approvato a maggioranza dei presenti.