Rebus Presidenza del Consiglio Comunale, il PD prova a strappare la carica

0
24

AVELLINO – Dopo la pesante sconfitta rimediata al ballottaggio il centro-sinistra prova a ricomporsi e punta alla presidenza del consiglio comunale, facendo fede all’appello del sindaco che ha dichiarato che non guarderà all’appartenenza politica ma alla qualità delle proposte. Qualche indicazione potrebbe arrivare dagli alleati e comunque dal centrosinistra. Non se n’è parlato. O meglio, ci sono stati vari incontri ristretti, a porte chiuse, ognuno con i suoi: Ciampi, consiglieri e parlamentari a 5 stelle da una parte; il Pd, i popolari e l’ex candidato a sindaco Nello Pizza, dall’altra. Ciampi e gli alleati non sono riusciti ancora a trovare una occasione per discutere tutti insieme. Tutti aspettano che Ciampi faccia la prima mossa per trovare i numeri per governare. Nei giorni scorsi qualcuno diceva che un aiuto gli sarebbe potuto arrivare da Gianluca Festa che venerdì ha chiarito di essere allineato con la sua coalizione e del Pd. E dunque niente fughe in avanti almeno per ora. Il nuovo sindaco dovrà stringere un patto con gli alleati: Luca Cipriano, Dino Preziosi e Sabino Morano che potrebbero chiedere anche loro la presidenza del consiglio. Ripetutamente hanno invitato il sindaco ad un visà- vis senza avere risposta. Oggi si vedranno tra di loro per decidere il da farsi. Ciampi avverte che se si tira troppo la corda si torna al voto. E la cosa non farebbe piacere a nessuno. Perché scatterebbe il commissariamento e nessuno vuol essere scalzato dallo scranno di Palazzo di città che si è faticosamente guadagnato. Di chi sarà la colpa di una città che non è amministrata dai rappresentanti dei cittadini?