Campania, Trenitalia: “Un giorno a casa del treno”

0
15

Con l’anno scolastico si è concluso anche “Un giorno a casa del treno”, iniziativa organizzata da Trenitalia Campania e Dopolavoro Ferroviario di Caserta per avvicinare i giovani a un uso del trasporto ferroviario più consapevole e responsabile.

 

Due le scuole del casertano che hanno partecipato, con il coinvolgimento di circa 200 alunni – di età compresa fra 8 e 11 anni –  e 20 insegnati provenienti dagli Istituti Comprensivi Domenico Cimarosa – IV Circolo di Aversa, e 1 Villaggio di Maddaloni.

 

L’iniziativa si è articolata in tre fasi: la prima in aula, la seconda con una visita all’Impianto Manutenzione Carrozze di Napoli Centrale, la terza nella sede del Dopolavoro ferroviario di Caserta.

 

L’obiettivo principale è stato orientare i giovani verso un corretto approccio al sistema di trasporto in ferrovia, dal semplice acquisto del biglietto di viaggio ai comportamenti da seguire in stazione e sui treni.

 

Particolare attenzione è stata riservata agli aspetti legati alla sicurezza e alle conseguenze dannose che possono derivare da gesti apparentemente innocui, come scritte o incisioni su pareti e suppellettili, fino ai veri e propri atti di vandalismo con rotture di vetri, taglio di sediolini o svuotamento di estintori.

 

In aula i ragazzi hanno partecipato alle attività didattiche proposte da personale della Direzione Regionale Trenitalia Campania che hanno illustrato brevemente la storia del treno, spiegato i compiti svolti durante il lavoro e, più in generale, il mondo ferroviario nel suo complesso.

 

All’Impianto di Manutenzione Carrozze di Napoli Centrale i ragazzi hanno avuto modo di scoprire il funzionamento di alcuni macchinari, visitare gli interni di locomotive elettriche e assistere, in “platea di lavaggio”, all’attività di rimozione dei graffiti.

L’attività ha visto anche il coinvolgimento di agenti di Polizia ferroviaria che, al termine di un colloquio con le scolaresche sui temi di legalità e sicurezza, hanno rilasciato un attestato di partecipazione.

 

La terza e conclusiva fase si è tenuta a Caserta, dove gli studenti hanno visitato l’ufficio del capostazione per poi spostarsi nei vicini locali del Dopolavoro ferroviario dove sono stati premiati i vincitori dei migliori elaborati che i giovani erano stati chiamati a realizzare sui temi proposti, ed illustrate le attività del Dopolavoro.

 

Per l’intera durata dell’iniziativa il personale di Protezione Aziendale ha collaborato attivamente per garantire lo svolgimento della manifestazione in condizioni di totale sicurezza per i partecipanti, mentre alcuni trasferimenti tra gli impianti sono stati realizzati grazie alla società Busitalia Rail Service che ha messo a disposizione i suoi veicoli.