La droga non sfugge al carabiniere a quattro zampe, sequestrati 5mila euro

0
2

Prosegue l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino quotidianamente impegnati nel controllo del territorio finalizzato a garantire sicurezza e rispetto della legalità. E nel mirino dell’Arma c’è sempre la lotta alla droga.

In tale contesto, un’altra importante attività è stata condotta dai militari della Compagnia di Montella che ieri hanno eseguito numerose perquisizioni, anche con l’ausilio di unità del Nucleo Cinofili di Sarno, e tratto in arresto un giovane ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Nello specifico, a seguito di una corposa attività informativa, i Carabinieri della Stazione di Torella dei Lombardi hanno individuato nell’abitazione di un 36enne del luogo, un possibile obiettivo di interesse. Intuito il motivo di quella “scomoda presenza” presso la sua abitazione, ha tentato di convincere i militari operanti al fine di farli desistere dal prosieguo dell’attività.

Ma i Carabinieri, a cui il predetto era già noto, non credendo a quelle parole, decidevano comunque di procedere ad un più accurato controllo.

L’idea di “averci visto giusto” trovava conferma all’esito della perquisizione: grazie all’infallibile fiuto del cane antidroga “Pirat”, ben occultati nei mobili della camera da letto del soggetto, venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro circa mezzo etto di hashish, un bilancino di precisione, un coltello utilizzato per la preparazione delle dosi nonché la somma contante di circa 5.000 euro probabile provento dell’illecita attività di spaccio svolta dal disoccupato.

Alla luce delle evidenze emerse il 36enne è stato condotto in Caserma e dichiarato in arresto alla Procura della Repubblica di Avellino.

Nella mattinata odierna la citata Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto, applicando al soggetto la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Avellino.

L’attenzione dell’Arma nella lotta alla deplorevole piaga rappresentata dallo spaccio e consumo di stupefacenti, rimane comunque alta e tali servizi continueranno anche nei prossimi giorni nell’intera Provincia.