Riflettere per risorgere



16/04/2017
Buona Pasqua. Anche se gli accadimenti di queste ore non invitano all’ottimismo. Preoccupa una possibile guerra dietro l’angolo: crea ansia e angoscia. Come la continua strage dei migranti, che si inabissano nel Mediterraneo. E poi la povertà che avanza e rende il mondo diseguale. Tuttavia è la Resurrezione il valore di questa festività. Essa si coniuga con il superamento di tante emergenze che affollano la nostra vita quotidiana. A cominciare dallo stato di un Mezzogiorno sempre più lontano dal nord, che è alla ricerca di lavoro, soprattutto per le migliaia di giovani che continuano ad emigrare per terre assai lontane. Un Sud su cui si affollano promesse di rinascita, con “patti” che impegnano risorse che sono quelle di ieri, non utilizzate e oggi riproposte. Responsabilità di una classe dirigente affetta da mali antichi: clientelismo e trasformismo, duri a morire. In Campania la realtà non è migliore. Fioccano licenziamenti e le vertenze di lavoro aumentano in modo esponenziale. La sanità è prigioniera della malapolitica. Essa è gestita nel preminente interesse degli operatori e non nel doveroso interesse dei cittadini. I ripetuti scandali, tra tangenti e assenteismo, offrono un quadro desolante di un settore fondamentale della vita civile e sociale. La politica per i territori fa registrare un clamoroso fallimento. Le zone interne della regione vivono nel più assoluto isolamento e solo qualche locale iniziativa fa sperare in un futuro diverso. In Irpinia la Provincia è pronta a gettare la spugna. Tra incertezze sul futuro dell’istituzione e mancanza di fondi per far fronte alle emergenze (scuole, strade, ecc) si sta consumando una tra le peggiori stagioni dell’ente sovracomunale. E Avellino? Qui la resurrezione è d’obbligo. Tanti i cantieri non conclusi, palese l’incapacità di chi gestisce i problemi della città. Mortificante la vicenda del Teatro Gesualdo, dell’autostazione, della Dogana. Con il partito che ha la maggiore responsabilità di governo che si lacera. Per tutto questo la resurrezione è un sincero auspicio. Buona Pasqua.
edito dal Quotidiano del Sud



Quest'articolo stato visualizzato 228 volteGianni Festa