Basket, arriva Salerno: Ariano pronta al riscatto

0
306

 

Sarà un derby particolare quello che attende Le Farine Magiche. C’è voglia di riprendere la marcia e di riscattare le sconfitte contro Ferrara e Castellammare. Al Pala Cardito arriva la Galletto Salerno (sabato, ore 18), uno dei tre fanalini di coda del Girone B di serie A2. Il pronostico è tutto dalla parte delle leonesse. L’imperativo è quello di ritornare al successo e consolidare la zona play-off  in cui le ufitane gravitano dall’inizio del torneo. Tutte le voci statistiche sono a favore delle irpine che in settimana hanno convissuto con i soliti problemi alla caviglia di Vargiu. Match da vincere se c’è ne uno e da resettare al più presto nell’ottica del turno infrasettimanale dell’Immacolata che vedrà Le Farine di scena a Viareggio.
PAROLA DI CAPITANO – Il capitano Valentina Maggi sottolinea l’importanza dei prossimi due appuntamenti: “Sono due partite fondamentali. La sconfitta di Castellammare ci ha fatto riflettere. Dobbiamo lavorare tanto, migliorare le scelte in attacco ed il gioco di squadra. Anche la difesa nelle ultime due partite è venuta a meno. Sono tutti aspetti su cui dovremo porre attenzione”. L’imperativo è uno: “Dimenticare il match di sabato scorso e tornare a vincere”.
L’AVVERSARIA – Solo un successo all’attivo, colto nel match casalingo contro Viareggio. Da tre giornate le granatine sono guidate in panchina da Sara Braida anche se ufficialmente nei panni di coach figura Enzo Gibboni che ha avvicendato Pietro Di Capua. Le statistiche sono impietose per la formazione più giovane del lotto (età compresa dai 19 ed i 16 anni): penultimo attacco, penultima nella percentuale da due, ultima in quella da tre, ma al contempo prima per percentuale concessa dall’arco alle avversarie. Solo nelle palle recuperate le salernitane eccellono (sono terze nel girone). Ben 12 le cestite in doppio tesseramento con la Convergenze Battipaglia (serie A1) in virtù dell’accordo sottoscritto in estate tra i vertici delle due società salernitane. Tra di esse c’è anche l’azzurra Marzia Tagliamento che peraltro non ha ancora disputato un match. L’elemento di spicco è un’altra “battipagliese”: Francesca Romana Russo, play-guardia, che potrebbe far coppia nel back court con Stefania Trimboli, l’altra pedina tra quelle provenienti da Battipaglia, costantemente a referto anche in serie A1. De Mitri completa il perimetro dove i primi cambi sono Rauti e Dentamaro. Sotto canestro, Costa, Diouf e Fabbricini sono i pivot, Assentato e Patera le ali. Ferma ai box Diop.