Caposele, incontro sul referendum del Forum Giovani

0
233

 

Continua l’impegno del Forum de Giovani di Caposele, verso la sensibilizzazione dei temi del momento. Questa volta è stato il turno del Referendum Abrogativo sulle trivellazioni, che vedrà il popolo italiano chiamato alle urne tra meno di una settimana. L’incontro si è aperto con i saluti del Coordinatore del Forum dei Giovani di Caposele, Alessio Merola, seguito dal Presidente del Forum dei Giovani della regione Campania, Giuseppe Caruso; La serata prosegue con un intervento di Giuseppe Palmieri, avvocato e docente presso l’Università di Salerno, che ha spiegato gli aspetti giudici legati all’istituto del referendum, nonchè il quesito che il 17 aprile gli italiani dovranno votare. Continuano dopo, Giuseppe D’Ascoli, del comitato "Ottimisti e Razionali" e Roberto Montefusco, del comitato "NO Triv" che si sono fronteggiati, invece, sulle ragioni del "si" e del "no". D’Ascoli ha suggerito la possibilità dell’astensione accanto al voto contrario, rivendicando, tra i motivi del "no", l’assenza di ricadute negative ambientali e occupazionali. Montefusco, dal canto suo, ha evidenziato invece il sostegno al "si" l’inquinamento derivato dalle trivellazioni, nonchè la necessità di puntare a forme di energie alternative agli idrocarburi. Parlando di ambiente, successivamente interviene Antonella Di Vincenzo, esperta di scienze ambientali a rilanciare il tema, sottolineando i benefici da energie rinnovabili e spiegando, con l’ausilio di diapositive, come avvengono le trivellazioni sottomarine. Infine Roberto Ziccardi, presidente dell’Associazione ISDE – Medici per l’Ambiente di Avellino, ha sollevato una serie di rischi ambientali dovuti alle trivellazioni, e ha rilanciato l’importanza della partecipazione al referendum del 17 aprile.