Controlli in materia edilizia, ben 27 denunce a Candida

0
101

 

I Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano ed in particolare della Stazione di Montefalcione, a seguito di controlli d’iniziativa eseguiti in Candida, hanno provveduto a deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, ben ventisette persone ritenute responsabili,  a vario titolo, dei reati di falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico, mutamento di destinazione d’uso dell’immobile da deposito non abitabile ad abitazione abitata, esecuzione opere edili in cemento armato ed in zona sismica, omettendo di depositare prima dell’inizio dei lavori gli atti progettuali presso l’Ufficio del Genio Civile competente.

Il provvedimento scaturisce da ispezione eseguita presso immobile ubicato nel comune di Candida e dato in locazione a due soggetti accertando, come da contratto di locazione acquisito presso Agenzia delle Entrate,  difformità su quanto dichiarato nello stesso e quanto invece riportato al Catasto immobiliare.

A seguito di accurato sopralluogo si appurava altresì che  erano state realizzate delle opere edilizie  in assenza di Permesso a Costruire o Segnalazione di Inizio Attività.