Mattarella e il sogno italiano

0
155

 

Ci sono dei passaggi nel discorso di fine d’anno del Capo dello Stato agli italiani che invitano alla riflessione. Tra questi il problema lavoro-occupazione-disoccupazione merita decisamente particolare attenzione. Mattarella si rivolge soprattutto ai giovani che sono il futuro del Paese. Li carica di una grande responsabilità con un forte richiamo “allo sviluppo della coscienza civile e all’etica dei doveri”. Ma è la società italiana, complessivamente intesa, che deve attivare la propria parte, facendo leva su quel tessuto sociale che, per il Capo dello Stato, è” pieno di energie positive”. Importante è il riferimento alla questione meridionale. Mattarella ha piena consapevolezza del persistere del dualismo Nord-Sud e auspica che la classe dirigente possa rimuovere quegli ostacoli che vedono il Mezzogiorno andare avanti ancora con grande ” affanno”. Così è per il distacco tra città e zone interne, tra centri e periferie. Sul piano politico-partitico, fermo e deciso è l’appello alle forze politiche affinchè varino una nuova legge elettorale che, ricercandolo, possa ottenere il più ampio consenso parlamentare. Ma qual è il sogno italiano del Capo dello Stato? E’ nella costruzione nella realtà della comunità giorno per giorno, nel rafforzamento della nostra società attraverso lo sviluppo della coscienza civica. E da qui ripartire.

edito dal Quotidiano del Sud

di Gianni Festa