A Lauro installato il defibrillatore della Croce Rossa grazie alla raccolta fondi

0
2173

 

Dopo due anni di raccolta fondi, giunge a termine il progetto “Dona con il cuore” della Croce Rossa di Lauro. Proposto durante l’estate del 2015 in collaborazione con il Comitato Festa “SS. Sebastiano e Rocco” – quell’anno composto interamente da giovani guidati dal Parroco Don Luigi Vitale – “Dona con il cuore” festeggiava i 20 anni di attività della CRI lauretana, offrendo alla popolazione la possibilità di diventare un comune cardioprotetto. Grazie alla raccolta fondi, a cui il Comitato e il Comune di Lauro hanno dato un cospicuo aiuto, è stato possibile acquistare un defibrillatore semiautomatico da esterno e la relativa teca. Quest’ultima, già collocata da diversi mesi sotto l’arco di ingresso di Via Terra, sarà arricchita dal prezioso dispositivo salvavita giovedì 9 febbraio 2017 alle ore 16.30 durante una piccola cerimonia a cui saranno presenti il Parroco, il Sindaco Antonio Bossone e la Presidente del Comitato della Croce Rossa Italiana di Avellino Sabata Venezia. “La Croce Rossa ha voluto lasciare alla Comunità un segno piccolo ma tangibile della sua presenza – dichiara la Presidente Venezia – e lo ha fatto mettendo a disposizione della cittadinanza non soltanto il Defibrillatore, ma anche la formazione necessaria per il suo utilizzo. Infatti, nel mese di dicembre 2016, alcuni dipendenti comunali e alcuni cittadini interessati hanno preso parte ad un corso tenutosi nella nostra sede di Via Madonnella (al 2° piano del palazzo dell’Asl), al termine del quale hanno conseguito il brevetto Full-D per personale non sanitario. In caso di arresto cardiaco, intervenire nell’arco di 5 minuti può essere determinante per salvare la vita di una persona: più i minuti passano, più il rischio di seri danni e addirittura di morte aumenta. Avere a nostra disposizione uno strumento in più è fondamentale”. “Con questa iniziativa, di cui siamo molto orgogliosi – conclude Venezia – Lauro entra a pieno diritto nei comuni cardioprotetti, insieme alle vicine Quindici e Marzano di Nola, che hanno provveduto con progetti autonomi. Nostra speranza è di poter estendere a tutti i Comuni del Vallo la nostra idea. Rivolgo un ringraziamento di cuore a tutti i nostri partner per aver condiviso con noi questo progetto ed averci dato fiducia e tempo necessario a realizzarlo.