A Napoli a confronto sui Carnevali Campani

0
1459

Oggi la giornata di studio presso la sala dell’accoglienza del Palazzo Reale

 

Un’occasione di confronto tra istituzioni universitarie, esperti del patrimonio Unesco e Icomos ed operatori culturali sul tema della salvaguardia delle feste carnevalesche, promossa dal Centro interdipartimentale di ricerca in urbanistica “Alberto Calza Bini” dell’Università Federico II con Icomos Italia e in collaborazione con Arf Art. E’ l’obiettivo della giornata di studio dedicata a “I Carnevali in Campania e nel Mezzogiorno”, in programma questa mattina, dalle 9 alle 19, presso la sala dell’accoglienza del Palazzo Reale di Napoli. La scommessa è quella di riflettere sul valore del Carnevale, quale patrimonio  immateriale dei territori da salvaguardare per promuovere uno sviluppo turistico responsabile. Interverranno Luciano Garella, soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Napoli, Pietro Lauretano, presidente Icomos, Pasquale De Toro, direttore del centro interdipartimentale di ricerca in urbanistica “Alberto Calza Bini” dell’Università Federico II, Pierluigi Sacco, della Commissione Europea sul patrimonio culturale, Giulio Mondini, direttore dell’istituto superiore sui sistemi territoriali per l’innovazione (Sti) del Politecnico di Torino, Vicent Guerola Blay e Ignasi Girones Sarriò dell’Università Politecnica di Valencia, Teresa Colletta dell’Università Federico II. A riflettere sul patrimonio culturale dei Carnevali della Campania saranno Domenico Borriello dell’Università Vanvitelli della Campania, Anny Errico, presidente Associazione per la ricerca e la formazione sul restauro dei beni artistici e storici del territorio, Francesco Mennitto del Museo di Pulcinella di Acerra, Francesco Sorrentino, presidente della Fondazione Carnevale di Palma Campania, Donato Allocca, presidente della Fondazione Carnevale Savianese, Fabio Bianco, consigliere dell’associazione “Il carro” di Agropoli, Felice Scozzese, presidente de “La zeza” di Capriglia e del Carnevale Princeps Irpino, Giuseppe Silvetri, presidente Unpli di Avellino e della Fondazione dei Cento Carnevali Irpini, il sindaco di Montemarano Beniamino Palmieri, Roberto D’Agnese, fondatore della scuola di tarantella di Montemaeano, Paolo Mascilli Migliorini, del Polo Museale della Campania. A portare un contributo al dibattito Emanuela Alba, assessore al turismo del Comune di Putignano.