Irpinia ancora a secco. Oggi l’accordo

0
844

Ancora crisi idrica con gravi disagi e interruzioni in moltissimi comuni. Problema questo, che sarà oggetto di discussione del vertice istituzionale in programma stamattina a Napoli tra i gestori idrici della Campania e l’Acquedotto Pugliese. Sul tavolo di discussione ci sarà la richiesta da parte dell’Irpinia di un riequilibrio delle risorse, chiedendo 600 litri in più al secondo di cui 500 da Conza e 100 da Serino. Di contro l’Acquedotto Pugliese che preleva già circa 6000 litri al secondo tra Caposele e Cassano, chiederà di utilizzare le acque del lago di Conza su cui è stato costruito un impianto di potabilizzazione per derivare altri 1500 litri. Intanto il presidente del consiglio distretto Alto Calore irpino Giovanni Colucci ha inviato una lettera al Governatore Vincenzo De Luca, al presidente dell’Eic Luca Mascolo e ai deputati locali che fotografa la condizione idrica dell’ambito irpino sannita. Nella missiva Colucci oltre a sottolineare “la drammaticità della crisi idrica” mette in rilievo “le negative conseguenze per il ritardo accumulato nel SII per l’assenza, dapprima di una gestione unitaria, e negli ultimi anni del Gestore Unico”.