Omicidio Tornatore: Sangue sul secchio

0
1430

Dagli accertamenti genetico-molecolari dal ris di Roma arriva un primo importante riscontro sui reperti al vaglio dei militari reparto Investigazioni Scientifiche dei carabinieri.  Quello che emerge dal primo parziale deposito agli atti dell’indagine è senza dubbio che Russo Michele Tornatore fu ucciso proprio all’interno del deposito nei pressi del cimitero di Montoro in uso a Francesco Vietri. A testimoniarlo sarebbe proprio quel secchio giallo e bianco, sul quale sarebbe stato rivenuto materiale ematico appartenente a Tornatore Michele, portato via dopo la perquisizione militari insieme ad una zappa e un proiettile, su cui ci sono accertamenti balistici in corso che potrebbe essere dello stesso calibro usato per dare il colpo di grazia a Michele Tornatore, quello di una pistola calibro 9 per 19 come hanno stabilito i primi accertamenti eseguiti all’esame autoptico ma il 64enne ucciso e poi carbonizzato all’interno della sua vettura una nissan almera.