Bilancio, flop del Pd: atto ritirato. Non bastano le scuse di Foti

0
818

Numeri traballanti in Consiglio comunale, il rischio reale per la maggioranza di andare sotto al momento della votazione finale, spingonol’assessore allefinanze, Maria Elena Iaverone, a ritirare il rendiconto di gestione 2016. Un flop politico-amministrativo senza precedenti, quello chesi apreall’interno della squadra di governo guidata da Paolo Foti. L’esito incerto dell’ap provazione finale è apparso evidentegià sullesingole votazioni delle prime due di settepregiudiziali cheil consigliere di minoranza Dino Preziosi haposto sul rendiconto. Se sul riaccertamento dell’esigibilità dei tributi el’omessa dichiarazione della partita Iva del Teatro Gesualdo, la maggioranza è riuscita a resistere sulfilo di lana(le due pratichesono staterespinte per un solo voto in più), sulla terza- quella relativa all’importo dellacassa vincolata- la squadra di governo ha toccato con mano il pericolo di vedersi bocciato il bilancio, decidendo di ritirare la pratica. Al di la delle questioni tecniche, che pure certificano una certa approssimazione dell’intera macchina amministrativa, il caso è tutto interno al Pd.