Lacedonia, brucia una pala eolica: è racket

0
2017

Fiamme alla cabina di una pala eolica a Lacedonia, sul business del vento torna ad allungarsi l’ombra del racket. Un nuovo episodio criminale, quello che è avvenuto l’altra sera in Contrada Curci, all’interno di uno dei parchi eolici che si trovano nel comune altirpino. Ignoti hanno prima forzato la porta di una cabina di unapala eolicae successivamente posizionato alcuni copertoni di gomme per auto, quelli incendiati prima di abbandonare l’impianto che è stato gravemente danneggiato dall’incendio. Bruciati tutti i dispositivi elettronici alla base dellaturbina dellatorreeolica, in buona sostanza tutto il quadro elettrico che è andato distrutto. L’atto è di chiarissima natura dolosa equindi un atto intimidatorio. Una pista che porta ancora una volta nella vicina Puglia, non è escluso che anche dietro a questo raid ci possa essere la mafia pugliese e i suoi interessi criminali sull’Alta Irpinia, tra l’altro già emersa nell’ambito dell’indagi ne chiusa a dicembre dai militari dell’Arma del Comando Provinciale di Avellino sui raid a colpi di kalashnikov avvenuti proprio a Lacedonia alcuni mesi prima.