Il Puc di Monteforte entra nel vivo Giordano: «Ascolteremo le proposte di tutti i cittadini»

0
2457

Si è tenuto ieri pomeriggio, presso Palazzo Loffredo a Monteforte Irpino, la prima delle cinque conversazioni partecipate riguardanti il Piano Urbanistico Comunale. Un dibattito introduttivo, intitolato “Il processo di Piano per Monteforte Irpino”, che ha anticipato i quattro incontri tematici che si svolgeranno fra ottobre e novembre e che culmineranno in una conferenza interistituzionale programmata per il 28 novembre al Carcere Borbonico di Avellino.

Nel convegno odierno, aperto a tutti i cittadini, sono state dettate quelle che saranno le linee guida che l’Amministrazione Comunale intenderà proporre nel futuro Puc; ad aprire la seduta odierna è stato Costantino Giordano, primo cittadino di Monteforte Irpino: «Si entra finalmente nel vivo dei lavori. La nostra intenzione è quella di ascoltare tutte le proposte dei cittadini, proponendo un piano urbanistico condiviso. Un percorso di ricerca partecipato, di questo avrà bisogno il nostro Comune: sostenibilità, riqualificazione e rispetto per l’ambiente saranno le nostre linee guida». Alle parole del sindaco Giordano sono quindi seguite quelle di Carla Famiglietti, Assessore all’Urbanistica del Comune di Monteforte Irpino: «Nel nostro progetto vogliamo stimolare la partecipazione di tutta la comunità: non vogliamo dettare delle linee guida blindate, ma auspichiamo che esse vengano proposte dai suggerimenti e dalle idee dei cittadini. Nella precedente Pianificazione – prosegue Famiglietti – gli effetti negativi hanno superato di gran lunga quelli positivi: si è costruito un po’ dappertutto, favorendo scelte poco rispettose per la salvaguardia dell’ambiente. Non c’è stato, inoltre, una grande ritorno in termini di infrastrutture e viabilità. Immaginiamo una città più decorosa sotto tutti i punti di vista; le nostre operazioni urbanistiche agiranno sull’esistente, assistititi da partenariati privati».

L’Assessore all’Urbanistica ha quindi esaminato le linee guida che l’Amministrazione Comunale intende adottare: «Puntiamo ad attuare un percorso opposto rispetto al passato: rigenerazione e sviluppo sostenibile saranno le chiavi per attuare il piano. Una partita importante sarà certamente quella che riguarderà il centro storico di Monteforte: la rinascita di esso sarà una delle nostre priorità, dotando il paese di una piazza principale che al momento non esiste. Daremo grande importanza alla tutela del territorio con regole di pianificazione che non consentiranno articoli generici, unite ad indici urbanistici chiari».

La parola è quindi passata all’ingegnere Michele Grimaldi, che ha illustrato approfonditamente il progetto: «Abbiamo creato un sito web con una mappa interattiva in cui sarà possibile disegnare la città, inserendo indicazioni territorializzate, identificando uno spazio o un percorso dove è necessario segnalare criticità, problemi o suggerimenti. Quello di Monteforte – chiarisce Grimaldi – è un territorio particolarmente vasto, che parte dalla conca di Avellino e arriva sino ai monti del Partenio: dovremo lavorare su un piano urbanistico  tenendo conto del rischio idro-geologico ad esso connesso. Ascolteremo, però, tutte le proposte dei cittadini, lavorando anche per la messa in sicurezza del territorio».

A chiudere l’incontro è stata invece l’architetto Maria Veronica Izzo: «L’aspetto partecipativo, soprattutto online, sarà fondamentale. Vogliamo percepire le esigenze e le priorità dell’intera comunità donando un nuovo assetto al territorio di Monteforte».