Gaffe, semplificazioni e teorie del complotto: la nuova classe politica “populista”

0
837

Lo scorso anno la stampa nazionale si prendeva gioco della teoria di Cosimo Sibilia, secondo cui bastava stampare più soldi – in quanto semplici pezzi di carta – per salvare l’economia mondiale. Ovviamente, il membro del direttorio del M5S non era a conoscenza delle nozioni più basilari della macro-economia e, probabilmente, non aveva sentito parlare mai di termini come inflazione. Non occorre tuttavia essere degli economisti per intuire l’assurdità di tale teoria, basterebbe riportare alla memoria la famosa immagine di quell’uomo che, durante la Repubblica di Weimar, andava a comprare il pane con un miliardo di marchi tedesci, trasportarti in una carriola.

Ieri, sui social, a farsi profeta della ricetta della felicità, seconda la quale basterebbe una tipografia per salvare il mondo, è stato un altro irpino: Ettore de Conciliis (Movimento Sovranista). Egli, con un semplice post di Facebook, arricchito con qualche emoticons, ha spiegato con un aneddoto sugli alieni come un po’ di inchiostro salverebbe il mondo.

Ecco le parole del giovane politico irpino:

“Vi spiego la Sovranità monetaria con una storiella. Gli alieni arrivano sulla terra e inteloquiscono con un cittadino italiano:
Veniamo in pace
prego, accomodatevi pure, che siete richiedenti asilo anche voi?
No, noi siamo esploratori dello spazio, abbiamo una tecnologia molto più avanzata della vostra e vogliamo aiutarvi. Che problemi avete qui?
che volete che vi dica… soliti problemi, mancano i soldi.
non sappiamo cosa siano i soldi, cosa vi manca, da mangiare?
beh un piatto a tavola riusciamo ancora a metterlo, ma i soldi sono sempre di meno e ormai sono molte le famiglie che hanno problemi a fare la spesa.
ti ripeto che noi non sappiamo cosa siano quelli che tu chiami i soldi. Vi manca la salute? Avete come curarvi dalle malattie?
che dire, dalle piccole malattie sì, ma certamente per curarsi nelle migliori cliniche e farsi operare dai migliori chirurghi occorrono molti soldi, e come vi ho detto, quelli sono pochi.
abbiamo difficoltà a capire il vostro concetto di “soldi”: servono per nutrirsi o per curarsi?
i soldi servono per tutto: servono anche per vestirsi, per riscaldarsi, per viaggiare, per avere una casa, per istruirsi e per tantissime altre cose.
ho capito, quindi voi terrestri avete bisogno di questi soldi per vivere e prosperare. Cercheremo nello spazio i soldi e ve li porteremo.
no no signore, non troverete soldi nello spazio, i soldi che servono a noi sono qui, li stampano qui su foglietti di carta come questo
e perché non ne stampano di più in modo da dare a tutti una vita serena, senza privazioni, senza sacrifici e senza rinunce?
non si può, altrimenti aumenta il debito pubblico
e cosa è il debito pubblico?
di preciso non lo sa nessuno, né chi sia il creditore di questo debito, ma comunque anche il debito è fatto di soldi.
cioè sempre di semplici foglietti di carta che stampate voi?
☺certo. Però non è che tutti possono stampare i soldi. Prima lo faceva lo Stato, c’era più lavoro e più ricchezza per tutti. Certo, molti soldi addirittura si sprecavano e aumentava il debito, e così ora li stampa una banca privata.
ho capito, non c’è vita intelligente su questo pianeta”.