Sirignano, è scontro a palazzo Caravita

0
1755

Manifestazioni annullate nel palazzo “Caravita”, scoppia la polemica. L’opposizione attacca con Luigi Amodeodella: «E’ evidente che coloro che hanno partecipato per allestire gli stand non sono rimasti soddisfatti di come l’amministrazione si è comportata con loro. Ma non è questo aspetto che ci interessa tanto. Quello che emerge è che al piano superiore l’intonaco è crollato e ci sono infiltrazioni d’acqua. Ed è per questo che al piano superiore quando c’è stata l’inaugurazione non è stato fatto salire nessuno. Per venti anni i Sirignanesi si sono indebitati senza ottenere alcun risultato. E mi chiedo a questo punto com’è possibile che si possa inaugurare una struttura senza che ci sia stato un collaudo. Nutriamo dubbi anche sulla fornitura di energia elettrica. Avevamo promesso di tacere durante le festività natalizia, invece quanto è accaduto ci impone di continuare e di chiedere spiegazioni sulla struttura per sapere in che modo è stato effettuato il collaudo per una struttura che alla fine si è rivelata fatiscente ed il governatore Enzo De Luca credo che ha capito com’era la situazione ed è per questo che non è venuto. Continueremo a fare la battaglia in consiglio comunale». Di tutt’altro avviso il sindaco Raffaele Colucci .«Alcuni espositori sono dovuti andar via, ma comunque ci saranno altre manifestazioni ed altri eventi. In consiglio comunale decideremo quale destinazione dare a questo castello. Siamo in trattaive con società e strutture universitarie che sono interessate a questa struttura».