Lutto a S.Angelo dei Lombardi per la morte del direttore della casa di reclusione, Forgione

0
1534

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI- Lutto in Alta Irpinia per la scomparsa del direttore del carcere di Sant’Angelo dei Lombardi, Massimiliano Forgione. Originario di Benevento, 49 anni., era sposato e padre di due figli. Colpito da una grave crisi cardiaca, a nulla sono valsi gli aiuti dei medici dell’ospedale altirpino, dove Forgione è deceduto. Sgomento in tutto il territorio: Forgione era conosciuto per la sua brillante gestione della casa di reclusione, che accompagna i detenuti verso il reinserimento nella società dopo aver espiato la pena. Un carcere-laboratorio, dove si praticano attività come l’agricoltura, la produzione del miele, del vino, dove si stampa nella tipografia interna. Sabato mattina si svolgeranno i funerali presso la Cattedrale di Sant’Angelo dei Lombardi. “Ho avuto il piacere di conoscere Forgione sin da quando da assessore regionale alle Politiche sociali, in collaborazione con l’assessorato all’Agricoltura, avviammo dei progetti ambiziosi proprio nel carcere di Sant’Angelo dei Lombardi, oggi divenuti realtà. Ne ho apprezzato le qualità professionali dimostrate in tutti”. Così, in una nota, di cordoglio , la presidente del Consiglio regionale, Rosetta D’Amelio, “L’auspicio è che i frutti di questo prezioso lavoro vengano custoditi e che sia reso onore alla memoria di Massimiliano Forgione esportando il modello Sant’Angelo dei Lombardi in tutte le amministrazioni carcerarie italiane, come esempio nell’organizzazione e gestione delle stesse – conclude D’Amelio -. Alla famiglia vanno le condoglianze mie e dell’Istituzione che rappresento”.